Continuano le indagini per la palazzina a luci rosse di Battipaglia

0

Proseguono le indagini dei carabinieri sul condominio a luci rosse, in località Santa Lucia di Battipaglia. I militari, infatti, hanno la sensazione che a fissare appuntamenti alle prostitute fossero i responsabili di un’organizzazione criminale. Come rivela Il Mattino, intanto, gli appartamenti sono di proprietà di un uomo di Altavilla Silentina: in ognuno c’erano due camere da letto, dove le ragazze offrivano prestazioni sessuali dalle 9 di mattina e per l’intera giornata, ad un costo di circa 100 euro.

I clienti venivano adescati con annunci pubblicati su Internet nei quali erano indicati i numeri di telefono delle prostitute: almeno duecento i clienti nel mirino dei carabinieri.

SALERNODODAYProseguono le indagini dei carabinieri sul condominio a luci rosse, in località Santa Lucia di Battipaglia. I militari, infatti, hanno la sensazione che a fissare appuntamenti alle prostitute fossero i responsabili di un’organizzazione criminale. Come rivela Il Mattino, intanto, gli appartamenti sono di proprietà di un uomo di Altavilla Silentina: in ognuno c’erano due camere da letto, dove le ragazze offrivano prestazioni sessuali dalle 9 di mattina e per l’intera giornata, ad un costo di circa 100 euro.

I clienti venivano adescati con annunci pubblicati su Internet nei quali erano indicati i numeri di telefono delle prostitute: almeno duecento i clienti nel mirino dei carabinieri.

SALERNODODAY