Vietri sul mare accordo fra Borrelli e Sarno

0

Vietri sul mare, Costiera Amalfitana  Si stringono i tempi per la presentazione delle liste in vista delle amministrative e si stringono anche accordi che almeno fino a qualche tempo fa sembravano impossibili. La probabile presentazione di quattro o cinque liste spinge infatti alcuni candidati sindaco a cercare alleanze. I primi ad accorgersi di questa necessità sembra siano stati Antonio Borrelli e Michele Sarno, i quali, secondo i bene informati, avrebbero stretto un accordo elettorale: il primo sarebbe il candidato sindaco e il secondo lo appoggerebbe rinunciando a presentare una propria lista ma con almeno tre “fedelissimi” nel raggruppamento che sostiene Borrelli,tra cui anche Carlo Sciortino, attuale consigliere di minoranza, eletto con “Vietri Viva” che faceva capo allo stesso Sarno alle scorse elezioni. Sciortino avrebbe però ha posto una condizione imprescindibile se dovesse essere sancito ufficialmente l’accordo: nella malaugurata ipotesi non si dovesse vincere, chiederà ai consiglieri eletti, anche al candidato sindaco e a quelli che secondo lui rappresentano la “vecchia politica”, di dimettersi per fare spazio ai giovani candidati e non eletti, per un vero ricambio generazionale nella politica vietrese. Tornando all’accordo, sarebbe stato voluto da Borrelli e Sarno proprio perché la frantumazione del voto che si sarebbe verificata con 5 liste in campo avrebbe secondo loro avvantaggiato il sindaco uscente Francesco Benincasa. Antonio Di Giovanni

Vietri sul mare, Costiera Amalfitana  Si stringono i tempi per la presentazione delle liste in vista delle amministrative e si stringono anche accordi che almeno fino a qualche tempo fa sembravano impossibili. La probabile presentazione di quattro o cinque liste spinge infatti alcuni candidati sindaco a cercare alleanze. I primi ad accorgersi di questa necessità sembra siano stati Antonio Borrelli e Michele Sarno, i quali, secondo i bene informati, avrebbero stretto un accordo elettorale: il primo sarebbe il candidato sindaco e il secondo lo appoggerebbe rinunciando a presentare una propria lista ma con almeno tre “fedelissimi” nel raggruppamento che sostiene Borrelli,tra cui anche Carlo Sciortino, attuale consigliere di minoranza, eletto con “Vietri Viva” che faceva capo allo stesso Sarno alle scorse elezioni. Sciortino avrebbe però ha posto una condizione imprescindibile se dovesse essere sancito ufficialmente l’accordo: nella malaugurata ipotesi non si dovesse vincere, chiederà ai consiglieri eletti, anche al candidato sindaco e a quelli che secondo lui rappresentano la “vecchia politica”, di dimettersi per fare spazio ai giovani candidati e non eletti, per un vero ricambio generazionale nella politica vietrese. Tornando all’accordo, sarebbe stato voluto da Borrelli e Sarno proprio perché la frantumazione del voto che si sarebbe verificata con 5 liste in campo avrebbe secondo loro avvantaggiato il sindaco uscente Francesco Benincasa. Antonio Di Giovanni