Via Crucis della mobilità. Piano ripristina da sola il doppio senso a Ripa di Cassano. Castellano: “Scorrettezza unica”

0

Con ordinanza n. 48 del 7 aprile, ma pubblicata solo ieri sull’albo pretorio, il Comune di Piano di Sorrento revoca unilateralmente il senso unico a Ripa di Cassano (la stradina tortuosa che da Sant’Agnello porta a Villa Fondi, ndr). La cosa era già nell’aria, gli incontri-scontri fra Castellano e Cappiello vi sono stati, ma la decisione è stata presa improvvisamente senza neanche comunicare l’atto ufficiale al comune confinante e interessato. Torna dunque il caos ed il pericolo a Ripa di Cassano, dove tempo fa morì anche  una donna investita da un’auto. Una strada stretta, con le entrate delle abitazioni che invadono la sede stradale, senza strisce per i pedoni. Dopo mesi di accordi con il Comune di Sant’Agnello per una logica e concordata pianificazione della viabilità )che tutti i comuni della penisola sorrentina dovrebbero fare concordamente visto che sono praticamente un unicum urbanistico e viario), per il Comune di Piano di Sorrento va ripristinato il doppio senso. A deciderlo il comandante dei vigili urbani Porreca con il vicesindaco Cappiello, che di fatto gestisce la macchina comunale. “Una scorrettezza unica” – dice a caldo l’assessore Tonino Castellano a Positanonews – “Non ho ricevuto neanche l’ordinanza”; e non aggiunge altro, “Faremo un comunicato più tardi”. Qualcuno avanza l’ipotesi di un semaforo, ma si può sperimentare una soluzione del genere sotto Pasqua? Quando arrivano migliaia di turisti? E i semafori li rispettano? E le file? E poi le decisioni sulla viabilità possono essere prese unilateralmente da un Comune della Penisola Sorrentina? Basta vedere cosa succede se, per esempio, Meta decide di non far passare gli autobus da una strada e li obbliga a percorre un’altra arteria, come è successo, causando la paralisi degli altri comuni o cosa succede quando si fanno i lavori a Sorrento.

 In allegato ordinanza del Comune di Piano di Sorrento che non è stata neanche divulgata

Con ordinanza n. 48 del 7 aprile, ma pubblicata solo ieri sull'albo pretorio, il Comune di Piano di Sorrento revoca unilateralmente il senso unico a Ripa di Cassano (la stradina tortuosa che da Sant'Agnello porta a Villa Fondi, ndr). La cosa era già nell'aria, gli incontri-scontri fra Castellano e Cappiello vi sono stati, ma la decisione è stata presa improvvisamente senza neanche comunicare l'atto ufficiale al comune confinante e interessato. Torna dunque il caos ed il pericolo a Ripa di Cassano, dove tempo fa morì anche  una donna investita da un'auto. Una strada stretta, con le entrate delle abitazioni che invadono la sede stradale, senza strisce per i pedoni. Dopo mesi di accordi con il Comune di Sant'Agnello per una logica e concordata pianificazione della viabilità )che tutti i comuni della penisola sorrentina dovrebbero fare concordamente visto che sono praticamente un unicum urbanistico e viario), per il Comune di Piano di Sorrento va ripristinato il doppio senso. A deciderlo il comandante dei vigili urbani Porreca con il vicesindaco Cappiello, che di fatto gestisce la macchina comunale. "Una scorrettezza unica" – dice a caldo l'assessore Tonino Castellano a Positanonews – "Non ho ricevuto neanche l'ordinanza"; e non aggiunge altro, "Faremo un comunicato più tardi". Qualcuno avanza l'ipotesi di un semaforo, ma si può sperimentare una soluzione del genere sotto Pasqua? Quando arrivano migliaia di turisti? E i semafori li rispettano? E le file? E poi le decisioni sulla viabilità possono essere prese unilateralmente da un Comune della Penisola Sorrentina? Basta vedere cosa succede se, per esempio, Meta decide di non far passare gli autobus da una strada e li obbliga a percorre un'altra arteria, come è successo, causando la paralisi degli altri comuni o cosa succede quando si fanno i lavori a Sorrento.

 In allegato ordinanza del Comune di Piano di Sorrento che non è stata neanche divulgata

Lascia una risposta