Inaugurata al DAMA Museum di Capua la personale di Gisela Robert

0

L’esposizione dal titolo “Hallo Fabrizia” sarà visitabile fino al 13 aprile.

E’ stata inaugurata sabato al Daphne Museum Art di Capua la mostra personale di Gisela Robert “Hallo Fabrizia”, dedicata alla memoria della scrittrice e poetessa Fabrizia Ramondino, sua grande amica scomparsa nel 2008. La mostra sarà visitabile fino al 13 aprile, ma già ha riscosso pareri favorevoli dal numeroso pubblico intervenuto al vernissage, durante il quale l’autrice ha illustrato le sue opere, sia scultoree sia pittoriche, appartenenti al campo dell’arte informale, ma con alcuni richiami all’astratto. << Il mio lavoro è come un diario, un racconto scaturito dalle emozioni provocate dagli eventi che accadano e che suscitano in me una profonda reazione.>> – spiega Gisela – <>. Quella di Gisela Robert è un’arte che si sostanzia in raffinati e armoniosi cromatismi capaci di evocare sensazioni forti e allo stesso tempo eteree e di lasciare un segno indelebile nella memoria di chi ammira le sue opere. <> chiarisce Antonio Geirola, curatore della mostra, che continua << A chi mi chiede di individuare e definire un vero artista spesso rispondo che caratteristica fondamentale e inalienabile di chi si vuol ritenere tale è la riconoscibilità; ebbene in tal senso Gisela Robert è senz’altro un artista di grande rango ed ineguagliabile>>. Soddisfatto dell’iniziativa e della nutrita partecipazione del pubblico Evan De Vilde, artista cui si deve la nascita del progetto DAMA e l’organizzazione dell’evento. <> – dichiara Evan De Vilde – <> La mostra è visitabile il martedì e il giovedì, dalle 16,00 alle 18,00; il sabato dalle ore 10,00 alle 12,30 e dalle 16,00 alle 18,00 e la domenica dalle 10,00 alle 12,30.L’esposizione dal titolo “Hallo Fabrizia” sarà visitabile fino al 13 aprile.

E’ stata inaugurata sabato al Daphne Museum Art di Capua la mostra personale di Gisela Robert “Hallo Fabrizia”, dedicata alla memoria della scrittrice e poetessa Fabrizia Ramondino, sua grande amica scomparsa nel 2008. La mostra sarà visitabile fino al 13 aprile, ma già ha riscosso pareri favorevoli dal numeroso pubblico intervenuto al vernissage, durante il quale l’autrice ha illustrato le sue opere, sia scultoree sia pittoriche, appartenenti al campo dell’arte informale, ma con alcuni richiami all’astratto. << Il mio lavoro è come un diario, un racconto scaturito dalle emozioni provocate dagli eventi che accadano e che suscitano in me una profonda reazione.>> – spiega Gisela – <>. Quella di Gisela Robert è un’arte che si sostanzia in raffinati e armoniosi cromatismi capaci di evocare sensazioni forti e allo stesso tempo eteree e di lasciare un segno indelebile nella memoria di chi ammira le sue opere. <> chiarisce Antonio Geirola, curatore della mostra, che continua << A chi mi chiede di individuare e definire un vero artista spesso rispondo che caratteristica fondamentale e inalienabile di chi si vuol ritenere tale è la riconoscibilità; ebbene in tal senso Gisela Robert è senz’altro un artista di grande rango ed ineguagliabile>>. Soddisfatto dell’iniziativa e della nutrita partecipazione del pubblico Evan De Vilde, artista cui si deve la nascita del progetto DAMA e l’organizzazione dell’evento. <> – dichiara Evan De Vilde – <> La mostra è visitabile il martedì e il giovedì, dalle 16,00 alle 18,00; il sabato dalle ore 10,00 alle 12,30 e dalle 16,00 alle 18,00 e la domenica dalle 10,00 alle 12,30.

Lascia una risposta