Protezione Civile esercitazione internazinale TWIST

0

mercoledì 2 aprile alle 11 presso l’Aula Consiliare del Comune di Minori in Costiera amalfitana  l’incontro con la Prefettura di Salerno e la Presidenza del Consiglio dei Ministri dipartimento della Protezione Civile a cui prenderanno parte tutti gli enti, le associazioni di volontariato e i referenti dei comuni della Costa d’Amalfi che hanno partecipato all’esercitazione Intenazionale di Protezione Civile “Tidal wave in Southern Thyrrenian sea” (TWIST). L’incontro è finalizzato ad un’analisi sull’esercitazione svoltasi in costa d’Amalfi per migliorare e sinergizzare tutte le forze in campo affinché gestiscano le continue emergenze che ogni giorno ci vedono protagonisti di un territorio fragile che ha bisogno che tutti i suoi cittadini siano soggetti attivi di protezione civile. «Colgo l’occasione – scrive  il sindaco di Minori Andrea Reale – per ringraziare il dipartimento della Protezione Civile Nazionale e tutti i volontari della costa d’Amalfi che hanno saputo cogliere questa occasione per fare sintesi e cooperare insieme per il bene comune e la sicurezza del nostro territorio. Un grazie anche all’Assessore ai lavori pubblici e alla protezione civile della Regione Campania Prof. Edoardo Cosenza che in questi giorni ha aggiudicato la gara per la videoispezione e i rilievi topografici dei tratti tombati dei Comuni di Amalfi, Atrani, Cetara, Futani, Maiori, Minori, Pisciotta, Positano e Sapri. Si tratta di un sistema di monitoraggio dei corsi d’acqua dove si procederà ad istallare strumentazioni tecnologiche che prevedono anche l’impiego di telecamere collegate a centrali operative. La mitigazione del rischio idrogeologico – continua Reale – è una priorità in Costa D’Amalfi e rilevare con questo sistema i tratti di alvei tombati e scoperti che presentano criticità, significa scongiurare terribili tragedie provocate dall’alto rischio di dissesto del nostro territorio. Siamo felici di accogliere a Minori il gruppo di progettazione che lavorerà con attenzione lungo i tratti del Regina Minor del Vallone Petrito e Santa Caterina che oltre al controllo e alla pulizia studieranno metodi di allarme per la cittadinanza che segnalino per tempo il riempimento dei tratti tombati. Tali provvedimenti  si completano con l’imminente partecipazione del Comune di Minori congiuntamente con quello di Maiori, Ravello, Cetara e Tramonti al bando per redigere un piano di protezione civile intercomunale attivo, concreto che sappia coinvolgere, oltre i volontari e gli addetti ai lavori , ogni singolo cittadino, risorsa preziosa di un sistema di sicurezza necessario per il nostro territorio».

mercoledì 2 aprile alle 11 presso l'Aula Consiliare del Comune di Minori in Costiera amalfitana  l'incontro con la Prefettura di Salerno e la Presidenza del Consiglio dei Ministri dipartimento della Protezione Civile a cui prenderanno parte tutti gli enti, le associazioni di volontariato e i referenti dei comuni della Costa d'Amalfi che hanno partecipato all'esercitazione Intenazionale di Protezione Civile "Tidal wave in Southern Thyrrenian sea" (TWIST). L'incontro è finalizzato ad un'analisi sull'esercitazione svoltasi in costa d'Amalfi per migliorare e sinergizzare tutte le forze in campo affinché gestiscano le continue emergenze che ogni giorno ci vedono protagonisti di un territorio fragile che ha bisogno che tutti i suoi cittadini siano soggetti attivi di protezione civile. «Colgo l'occasione – scrive  il sindaco di Minori Andrea Reale – per ringraziare il dipartimento della Protezione Civile Nazionale e tutti i volontari della costa d'Amalfi che hanno saputo cogliere questa occasione per fare sintesi e cooperare insieme per il bene comune e la sicurezza del nostro territorio. Un grazie anche all'Assessore ai lavori pubblici e alla protezione civile della Regione Campania Prof. Edoardo Cosenza che in questi giorni ha aggiudicato la gara per la videoispezione e i rilievi topografici dei tratti tombati dei Comuni di Amalfi, Atrani, Cetara, Futani, Maiori, Minori, Pisciotta, Positano e Sapri. Si tratta di un sistema di monitoraggio dei corsi d'acqua dove si procederà ad istallare strumentazioni tecnologiche che prevedono anche l'impiego di telecamere collegate a centrali operative. La mitigazione del rischio idrogeologico – continua Reale – è una priorità in Costa D'Amalfi e rilevare con questo sistema i tratti di alvei tombati e scoperti che presentano criticità, significa scongiurare terribili tragedie provocate dall'alto rischio di dissesto del nostro territorio. Siamo felici di accogliere a Minori il gruppo di progettazione che lavorerà con attenzione lungo i tratti del Regina Minor del Vallone Petrito e Santa Caterina che oltre al controllo e alla pulizia studieranno metodi di allarme per la cittadinanza che segnalino per tempo il riempimento dei tratti tombati. Tali provvedimenti  si completano con l'imminente partecipazione del Comune di Minori congiuntamente con quello di Maiori, Ravello, Cetara e Tramonti al bando per redigere un piano di protezione civile intercomunale attivo, concreto che sappia coinvolgere, oltre i volontari e gli addetti ai lavori , ogni singolo cittadino, risorsa preziosa di un sistema di sicurezza necessario per il nostro territorio».