Maiori rimosse le tende sequestrate sul lungomare , fungevano da sala ristorante

0

Maiori, Costiera amalfitana  A integrazione della nostra notizia Dopo il  sequestro di tende, pubblicato dal nostro giornale,  adibite a sala  ristorante  , c’è stato il dissequestro e la demolizione delle stesse, la procedura continuerà per le vie ordinarie penali e amministrative.  Nell’ambito dell’intensificata attività di controllo economico del territorio e vigilanza per la tutela ambientale, i finanzieri della Sezione Operativa Navale di Salerno hanno sequestrato a Maiori, in due distinte operazioni, due sale adibite a ristorante completamente abusive. Nel primo caso, i militari, su delega della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Salerno, hanno accertato che su di un’area demaniale del Lungomare Amendola, che sarebbe dovuo essere uno spazio aperto e coperto solo da una tenda, il concessionario, attività commerciale del posto, aveva realizzato in assenza di titoli autorizzativi una struttura chiusa di oltre 100 metri quadri adibita a sala per ristorazione. Il secondo sequestro, in via Diego Taiani, al termine del Lungomare: all’interno di una struttura commerciale il gestore aveva realizzato abusivamente una sala ristorante di oltre 80 metri quadri ottenuta dalla copertura di un porticato che sarebbe dovuta rimanere area completamente aperta. Per le violazioni accertate sono stati deferiti alla competente Autorità Giudiziaria il concessionario di un’area demaniale marittima, l’affittuario ed il gestore della seconda struttura commerciale, i quali dovranno rispondere delle violazioni in materia urbanistica, paesaggistica e demaniale. Le operazioni si sono svolte con la collaborazione del personale della Polizia Locale e dell’Ufficio Tecnico del Comune di Maiori. fonte: comunicato stampa Guardia di Finanza

Maiori, Costiera amalfitana  A integrazione della nostra notizia Dopo il  sequestro di tende, pubblicato dal nostro giornale,  adibite a sala  ristorante  , c'è stato il dissequestro e la demolizione delle stesse, la procedura continuerà per le vie ordinarie penali e amministrative.  Nell'ambito dell'intensificata attività di controllo economico del territorio e vigilanza per la tutela ambientale, i finanzieri della Sezione Operativa Navale di Salerno hanno sequestrato a Maiori, in due distinte operazioni, due sale adibite a ristorante completamente abusive. Nel primo caso, i militari, su delega della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Salerno, hanno accertato che su di un'area demaniale del Lungomare Amendola, che sarebbe dovuo essere uno spazio aperto e coperto solo da una tenda, il concessionario, attività commerciale del posto, aveva realizzato in assenza di titoli autorizzativi una struttura chiusa di oltre 100 metri quadri adibita a sala per ristorazione. Il secondo sequestro, in via Diego Taiani, al termine del Lungomare: all'interno di una struttura commerciale il gestore aveva realizzato abusivamente una sala ristorante di oltre 80 metri quadri ottenuta dalla copertura di un porticato che sarebbe dovuta rimanere area completamente aperta. Per le violazioni accertate sono stati deferiti alla competente Autorità Giudiziaria il concessionario di un'area demaniale marittima, l'affittuario ed il gestore della seconda struttura commerciale, i quali dovranno rispondere delle violazioni in materia urbanistica, paesaggistica e demaniale. Le operazioni si sono svolte con la collaborazione del personale della Polizia Locale e dell'Ufficio Tecnico del Comune di Maiori. fonte: comunicato stampa Guardia di Finanza