Azzannata dai rottweiler donna rischia un braccio Ferito bimbo di due anni

0

BARI – E’ in prognosi riservata e rischia di perdere un braccio una donna di 58 anni di Santo Spirito, quartiere alla periferia nord di Bari, ferita dai tre cani rottweiler ieri pomeriggio in una villetta sulla strada provinciale per Bitonto.
Aggrediti anche due nipotini, uno dei quali, di appena due anni, ha riportato ferite al volto guaribili in 20 giorni. L’altro è incolume. I tre cani rottweiler, di proprietà della famiglia dei feriti, hanno azzannato al viso il bambino di due anni mentre alla donna – che ha fatto da scuso per salvare il piccolo – hanno dilaniato un braccio procurandole ferite anche alle gambe e al collo.
La nonna e il nipotino feriti sono ricoverati rispettivamente all’ospedale San Paolo e al Policlinico. La donna, soccorsa dal 118 (che ha informato successivamente la Polizia), è stata sottoposta a un intervento di chirurgia plastica nel tentativo di ricostruirle l’arto dilaniato, ma secondo quanto riferito dai medici, ha ferite importanti anche alla testa e all’altro braccio. Il piccolo è stato ricoverato nell’ospedale San Paolo. I cani sono stati trasferiti nel canile di Bitonto.
Sull’episodio sono in corso accertamenti da parte del commissariato di Polizia di stato di Bitonto, mentre sull’episodio è stata aperta un’inchiesta dalla Procura. Non è da escudere che il bimbo abbia inconsapevolmente “invaso” il territorio dei cani suscitando la reazione: ad aggredire il piccolo e la donna, sarebbero stati due delle tre bestie. In base ai primi accertamentim, i cani erano tenuti in buono stato, regolarmente dotati di microchi quindi iscritti all’anagrafe canina regionale.il mezzogiorno.it

BARI – E’ in prognosi riservata e rischia di perdere un braccio una donna di 58 anni di Santo Spirito, quartiere alla periferia nord di Bari, ferita dai tre cani rottweiler ieri pomeriggio in una villetta sulla strada provinciale per Bitonto.
Aggrediti anche due nipotini, uno dei quali, di appena due anni, ha riportato ferite al volto guaribili in 20 giorni. L’altro è incolume. I tre cani rottweiler, di proprietà della famiglia dei feriti, hanno azzannato al viso il bambino di due anni mentre alla donna – che ha fatto da scuso per salvare il piccolo – hanno dilaniato un braccio procurandole ferite anche alle gambe e al collo.
La nonna e il nipotino feriti sono ricoverati rispettivamente all’ospedale San Paolo e al Policlinico. La donna, soccorsa dal 118 (che ha informato successivamente la Polizia), è stata sottoposta a un intervento di chirurgia plastica nel tentativo di ricostruirle l’arto dilaniato, ma secondo quanto riferito dai medici, ha ferite importanti anche alla testa e all’altro braccio. Il piccolo è stato ricoverato nell’ospedale San Paolo. I cani sono stati trasferiti nel canile di Bitonto.
Sull'episodio sono in corso accertamenti da parte del commissariato di Polizia di stato di Bitonto, mentre sull'episodio è stata aperta un'inchiesta dalla Procura. Non è da escudere che il bimbo abbia inconsapevolmente "invaso" il territorio dei cani suscitando la reazione: ad aggredire il piccolo e la donna, sarebbero stati due delle tre bestie. In base ai primi accertamentim, i cani erano tenuti in buono stato, regolarmente dotati di microchi quindi iscritti all'anagrafe canina regionale.il mezzogiorno.it