DIO E’ ASSOLUTAMENTE INFINITO

0

Dedicato a chi crede che possa esistere un Creato ”al di fuori“ di Dio.

Tutti siamo d’accordo che Dio è infinito. Ma se Dio è infinito può esistere un universo esterno a Dio stesso? Può esistere qualcosa oltre una cosa infinita? Un’analogia con la geometria può essere di aiuto. Immaginiamo  una retta. Essendo illimitata in entrambe le direzioni, la retta è infinita. Può esserci un’altra retta oltre quella considerata? Ovvio che sì, infatti ci possono essere infinite rette. Pertanto, la risposta alla domanda posta prima è: … sì, può esserci qualcosa ”al di fuori“ di una cosa infinita.

Hanno  allora ragione quanti credono che Dio, pur essendo infinito, coesista con un universo  a Lui esterno?  E’ possibile che l’universo, in quanto creato da Dio, sia ”altro“ rispetto a Dio?

Secondo me, la risposta è NO per il semplice motivo che l’Essere Supremo deve essere ASSOLUTAMENTE infinito. Cosa voglio dire?

Torniamo all’analogia con la geometria e consideriamo un piano infinito cioè illimitato in tutte le direzioni. Quanti piani infiniti possiamo immaginare? Anche qui la risposta è ovvia … ci possono essere infiniti piani.

Ma se io propongo un ipotetico piano “assolutamente infinito” le cose cambiano. Se c’è un piano assolutamente infinito allora esiste solo il piano in questione. Anche l’infinito numero di rette che abbiamo visto prima sono riferibili e contenute, cioè giacciono, in quest’unico piano infinito. Tecnicamente si dice che le rette sono complanari (sono su uno stesso piano). Esiste un solo piano, non c’è nessuna retta fuori del piano, anzi il piano è tutto quello che c’è.

Torniamo al concetto di Dio infinito e sostituiamo “piano” con “Dio” e “retta” con “universo conosciuto”. In verità, nell’analogia vista prima, in un piano possono giacere infinite rette.  Nel nostro caso io prendo in considerazione solo la retta corrispondente all’universo conosciuto. Ciò non toglie però che, oltre alla retta universo conosciuto, ci possano essere infinite rette corrispondenti ad altri infiniti universi sconosciuti ed altre infinite cose che sono fuori della portata della mente dell’homo sapiens.

Tutte le rette, quella dell’universo conosciuto e quelle degli universi e cose sconosciute, sono contenute nell’unico piano, cioè in Dio. Allora, se Dio è assolutamente infinito Egli è tutto quello che c’è e non può esserci alcun universo al di “fuori” rispetto a Dio. In altre parole, il concetto, proprio del cristianesimo di creazione e di creato esterno a Dio, non è ammissibile.

“Tutto ciò che è, è in Dio”.

 Luigi Di Bianco

PS: Per la serie completa dei miei scritti visita il mio sito web   SUM ERGO COGITO 

Critiche e commenti sono apprezzati. Scrivere a: ldibianco@alice.it o commentare su TWITTER: https://twitter.com/ldibianco 

 Il contenuto di quest’articolo e i relativi diritti sono di proprietà dell’autore. 

Dedicato a chi crede che possa esistere un Creato ”al di fuori“ di Dio.

Tutti siamo d'accordo che Dio è infinito. Ma se Dio è infinito può esistere un universo esterno a Dio stesso? Può esistere qualcosa oltre una cosa infinita? Un’analogia con la geometria può essere di aiuto. Immaginiamo  una retta. Essendo illimitata in entrambe le direzioni, la retta è infinita. Può esserci un’altra retta oltre quella considerata? Ovvio che sì, infatti ci possono essere infinite rette. Pertanto, la risposta alla domanda posta prima è: … sì, può esserci qualcosa ”al di fuori“ di una cosa infinita.

Hanno  allora ragione quanti credono che Dio, pur essendo infinito, coesista con un universo  a Lui esterno?  E’ possibile che l’universo, in quanto creato da Dio, sia ”altro“ rispetto a Dio?

Secondo me, la risposta è NO per il semplice motivo che l’Essere Supremo deve essere ASSOLUTAMENTE infinito. Cosa voglio dire?

Torniamo all’analogia con la geometria e consideriamo un piano infinito cioè illimitato in tutte le direzioni. Quanti piani infiniti possiamo immaginare? Anche qui la risposta è ovvia … ci possono essere infiniti piani.

Ma se io propongo un ipotetico piano “assolutamente infinito” le cose cambiano. Se c’è un piano assolutamente infinito allora esiste solo il piano in questione. Anche l’infinito numero di rette che abbiamo visto prima sono riferibili e contenute, cioè giacciono, in quest’unico piano infinito. Tecnicamente si dice che le rette sono complanari (sono su uno stesso piano). Esiste un solo piano, non c’è nessuna retta fuori del piano, anzi il piano è tutto quello che c’è.

Torniamo al concetto di Dio infinito e sostituiamo “piano” con “Dio” e “retta” con “universo conosciuto”. In verità, nell’analogia vista prima, in un piano possono giacere infinite rette.  Nel nostro caso io prendo in considerazione solo la retta corrispondente all’universo conosciuto. Ciò non toglie però che, oltre alla retta universo conosciuto, ci possano essere infinite rette corrispondenti ad altri infiniti universi sconosciuti ed altre infinite cose che sono fuori della portata della mente dell’homo sapiens.

Tutte le rette, quella dell’universo conosciuto e quelle degli universi e cose sconosciute, sono contenute nell’unico piano, cioè in Dio. Allora, se Dio è assolutamente infinito Egli è tutto quello che c’è e non può esserci alcun universo al di “fuori” rispetto a Dio. In altre parole, il concetto, proprio del cristianesimo di creazione e di creato esterno a Dio, non è ammissibile.

Tutto ciò che è, è in Dio”.

 Luigi Di Bianco

PS: Per la serie completa dei miei scritti visita il mio sito web   SUM ERGO COGITO 

Critiche e commenti sono apprezzati. Scrivere a: ldibianco@alice.it o commentare su TWITTER: https://twitter.com/ldibianco 

 Il contenuto di quest’articolo e i relativi diritti sono di proprietà dell'autore.