Arrestato rapinatore seriale di rolex il 14 novembre ne fece due a Piano di Sorrento e Salerno

0

Arrestato rapinatore seriale di rolex il 14 novembre ne fece due a Piano di Sorrento nei pressi del Tre Esse cuore della Penisola sorrentina e Salerno  Nella mattinata odierna, personale della Squadra Mobile ha eseguito Ordinanza applicativa di misura cautelare emessa dal Gip presso il Tribunale di Salerno su richiesta della locale Procura della Repubblica nei confronti del 25enne pregiudicato napoletano Arcopinto Salvatore. Questi è ritenuto responsabili di diverse rapine di orologi preziosi verificatesi tra novembre e gennaio scorsi.

Le indagini svolte dalla Squadra Mobile riguardano una rapina avvenuta lo scorso 14 novembre, nei pressi del Teatro Verdi; nell’occasione la vittima fu un uomo a bordo di autovettura che fu costretto, sotto la minaccia di una pistola, a consegnare un orologio Rolex del valore di 11.000 euro. Nella stessa giornata i due rapinatori, a bordo di moto di grossa cilindrata, si fermarono, nel tragitto di ritorno, tra Salerno e Napoli, in Piano di Sorrento ove, poche ore dopo il delitto avvenuto a Salerno, consumarono ulteriore rapina ai danni di due persone a cui vennero sottratti altrettanti orologi Rolex.

Altra rapina contestata ad Arcopinto è avvenuta in Scafati lo scorso 26 novembre: la tecnica utilizzata, anche in questo caso, è stata quella della minaccia a mano armata nei confronti di un possessore di orologio Rolex costretto all’immediata consegna.

Ancora lo scorso 11 gennaio, all’incrocio tra Via De Martino e Via Carmine, un automobilista in attesa al semaforo veniva avvicinato e costretto, sotto la minaccia dell’arma, a consegnare un orologio “Piquet” del valore di 6.000 euro.

In tutte le occasioni descritte, secondo le indagini, l’Arcopinto era il passeggero armato a bordo della moto che avvicinava le vittime minacciandole con la pistola.

Proseguono le indagini volte all’identificazione del complice, conducente della moto.

Arrestato rapinatore seriale di rolex il 14 novembre ne fece due a Piano di Sorrento nei pressi del Tre Esse cuore della Penisola sorrentina e Salerno  Nella mattinata odierna, personale della Squadra Mobile ha eseguito Ordinanza applicativa di misura cautelare emessa dal Gip presso il Tribunale di Salerno su richiesta della locale Procura della Repubblica nei confronti del 25enne pregiudicato napoletano Arcopinto Salvatore. Questi è ritenuto responsabili di diverse rapine di orologi preziosi verificatesi tra novembre e gennaio scorsi.

Le indagini svolte dalla Squadra Mobile riguardano una rapina avvenuta lo scorso 14 novembre, nei pressi del Teatro Verdi; nell’occasione la vittima fu un uomo a bordo di autovettura che fu costretto, sotto la minaccia di una pistola, a consegnare un orologio Rolex del valore di 11.000 euro. Nella stessa giornata i due rapinatori, a bordo di moto di grossa cilindrata, si fermarono, nel tragitto di ritorno, tra Salerno e Napoli, in Piano di Sorrento ove, poche ore dopo il delitto avvenuto a Salerno, consumarono ulteriore rapina ai danni di due persone a cui vennero sottratti altrettanti orologi Rolex.

Altra rapina contestata ad Arcopinto è avvenuta in Scafati lo scorso 26 novembre: la tecnica utilizzata, anche in questo caso, è stata quella della minaccia a mano armata nei confronti di un possessore di orologio Rolex costretto all’immediata consegna.

Ancora lo scorso 11 gennaio, all’incrocio tra Via De Martino e Via Carmine, un automobilista in attesa al semaforo veniva avvicinato e costretto, sotto la minaccia dell’arma, a consegnare un orologio “Piquet” del valore di 6.000 euro.

In tutte le occasioni descritte, secondo le indagini, l’Arcopinto era il passeggero armato a bordo della moto che avvicinava le vittime minacciandole con la pistola.

Proseguono le indagini volte all’identificazione del complice, conducente della moto.