SORRENTO INVASIONE DI RAGNI

0

A Sorrento il clima primaverile gioca brutti scherzi. Dopo le piogge fastidiose e pericolose degli ultimi tempi bisogna fare i conti anche con gli insetti. In un condominio presso le case popolari nella zona alta di Sorrento dove ci sono anche le scuole, si è verificata una vera e propria invasione di ragni neri e di insetti di varie specie che pregiudicano la vivibilità dei residenti. In alcuni fabbricati hanno trovato al primo piano persino nei giocattoli sul pavimento, nascosti dentro un barattolo, un ragno di grosse dimensioni, più grande di una cento lire, che fa veramente paura per l’aspetto brutto e per la presenza dei bambini che non hanno avuto per fortuna l’impatto con questo grave disagio. Molti bambini giocano all’aria aperta nel cortile, e lo spazio aperto confina con il vallone e il ponte dove si annidano ratti e serpenti. Nei pressi del fabbricato di Via Atigliana dove ci sono tante persone su sollecito dell’amministratore del condominio, più volte sono intervenuti gli operai della cooperativa di servizi che in convenzione con il comune hanno provveduto alla pulizia dei confini, del muro, e delle aree verdi, “boscaglia” che rende pericolosa la vegetazione intorno alle case popolari costruite negli anni sessanta lungo il confine del vallone. Le pulizie sono state sollecitate con richiesta al comune protocollando quanto dichiarato oggi sul posto dalla sig,ra Giulia e sig.ra Annamaria che abitano da anni in questo contesto. Mai si è visto come è diventato pericoloso anche andare in cantina per qualche necessità. Ho trovato due serpenti che amoreggiavano nel sottoscala dice ai nostri microfoni la sig.ra Giiulia. Diventa un luogo pericoloso soprattutto per coloro che abitano al piano terra.Abbiamo chiesto al comune di intervenire e fare qualcosa per pulire provvedendo alla disinfestazione dei luoghi a valle.
Nessuno si preoccupa di queste case, solo il geometra Raffaele Apreda è immediatamente intervenuto per rendersi conto della vivibilità del posto. Abbiamo raccolto firme per l’installazione delle tubazioni del gas… nemmeno un riscontro dall’ufficio tecnico competente., Siamo isolati e dimenticati… Saremo attenti a fare altre richieste e azioni anche legali per tutelare la nostra salute…
Mario PandolfiA Sorrento il clima primaverile gioca brutti scherzi. Dopo le piogge fastidiose e pericolose degli ultimi tempi bisogna fare i conti anche con gli insetti. In un condominio presso le case popolari nella zona alta di Sorrento dove ci sono anche le scuole, si è verificata una vera e propria invasione di ragni neri e di insetti di varie specie che pregiudicano la vivibilità dei residenti. In alcuni fabbricati hanno trovato al primo piano persino nei giocattoli sul pavimento, nascosti dentro un barattolo, un ragno di grosse dimensioni, più grande di una cento lire, che fa veramente paura per l’aspetto brutto e per la presenza dei bambini che non hanno avuto per fortuna l’impatto con questo grave disagio. Molti bambini giocano all’aria aperta nel cortile, e lo spazio aperto confina con il vallone e il ponte dove si annidano ratti e serpenti. Nei pressi del fabbricato di Via Atigliana dove ci sono tante persone su sollecito dell’amministratore del condominio, più volte sono intervenuti gli operai della cooperativa di servizi che in convenzione con il comune hanno provveduto alla pulizia dei confini, del muro, e delle aree verdi, “boscaglia” che rende pericolosa la vegetazione intorno alle case popolari costruite negli anni sessanta lungo il confine del vallone. Le pulizie sono state sollecitate con richiesta al comune protocollando quanto dichiarato oggi sul posto dalla sig,ra Giulia e sig.ra Annamaria che abitano da anni in questo contesto. Mai si è visto come è diventato pericoloso anche andare in cantina per qualche necessità. Ho trovato due serpenti che amoreggiavano nel sottoscala dice ai nostri microfoni la sig.ra Giiulia. Diventa un luogo pericoloso soprattutto per coloro che abitano al piano terra.Abbiamo chiesto al comune di intervenire e fare qualcosa per pulire provvedendo alla disinfestazione dei luoghi a valle.
Nessuno si preoccupa di queste case, solo il geometra Raffaele Apreda è immediatamente intervenuto per rendersi conto della vivibilità del posto. Abbiamo raccolto firme per l’installazione delle tubazioni del gas… nemmeno un riscontro dall’ufficio tecnico competente., Siamo isolati e dimenticati… Saremo attenti a fare altre richieste e azioni anche legali per tutelare la nostra salute…
Mario Pandolfi