MAIORI CADE DA CAVALLO SALVATO ALL’OSPEDALE COSTA D’AMALFI

0

Questa notte ennesimo intervento salvavita all’Ospedale della Costiera amalfitana a Castiglione di Ravello. Viene disarcionato dal cavallo e rischia di morire. Quella che sembrava una banale caduta, per un 24enne originario di Maiori, infatti, per poco non si è trasformata in tragedia. Già perché gli effetti nefasti dell’incidente, avvenuto nel pomeriggio di domenica, si sono materializzati in tutta la loro drammaticità nel corso della notte, quando il giovane è stato colpito da dolori lancinanti alla stomaco. Perciò i parenti hanno scelto di trasportalo all’ospedale Costa d’Amalfi e mai decisione si è rivelata più azzeccata, perché solo qualche minuto di ritardo avrebbe potuto essere fatale. I medici di turno del nosocomio costiero, infatti, in seguito alle indagine diagnostiche e radiologiche, tra cui anche una Tac, hanno potuto appurare come l’urto avesse provocato la lacerazione della milza, con una conseguente emorragia interna. E, dunque, si doveva fare presto, soprattutto per interrompere il sanguinamento che avrebbe potuto avere conseguenze letali sull’organismo del 24enne. Perciò il giovane è stato trasferito immediatamente in sala operatoria e qui il team chirurgico, composto dai chirurghi Visone, Anastasio e Manfra, e dall’anestesista Ombres, ha provveduto ad effettuare l’operazione, asportando la milza e salvando la vita al 24enne. Le cui condizioni, adesso, sono buone, grazie alla tempestività dell’intervento dei sanitari del “Costa d’Amalfi”, tant’è che, una volta stabilizzato, l’uomo è stato trasferito nell’ospedale di Mercato San Severino. Ancora una volta, dunque, nella struttura di Castiglione di Ravello, è stato eseguito un intervento salvavita, che fa comprendere come il nosocomio sia indispensabile per un territorio affascinante ma impervio. G.d. S.

Questa notte ennesimo intervento salvavita all'Ospedale della Costiera amalfitana a Castiglione di Ravello. Viene disarcionato dal cavallo e rischia di morire. Quella che sembrava una banale caduta, per un 24enne originario di Maiori, infatti, per poco non si è trasformata in tragedia. Già perché gli effetti nefasti dell’incidente, avvenuto nel pomeriggio di domenica, si sono materializzati in tutta la loro drammaticità nel corso della notte, quando il giovane è stato colpito da dolori lancinanti alla stomaco. Perciò i parenti hanno scelto di trasportalo all’ospedale Costa d’Amalfi e mai decisione si è rivelata più azzeccata, perché solo qualche minuto di ritardo avrebbe potuto essere fatale. I medici di turno del nosocomio costiero, infatti, in seguito alle indagine diagnostiche e radiologiche, tra cui anche una Tac, hanno potuto appurare come l’urto avesse provocato la lacerazione della milza, con una conseguente emorragia interna. E, dunque, si doveva fare presto, soprattutto per interrompere il sanguinamento che avrebbe potuto avere conseguenze letali sull’organismo del 24enne. Perciò il giovane è stato trasferito immediatamente in sala operatoria e qui il team chirurgico, composto dai chirurghi Visone, Anastasio e Manfra, e dall’anestesista Ombres, ha provveduto ad effettuare l’operazione, asportando la milza e salvando la vita al 24enne. Le cui condizioni, adesso, sono buone, grazie alla tempestività dell’intervento dei sanitari del “Costa d’Amalfi”, tant’è che, una volta stabilizzato, l’uomo è stato trasferito nell’ospedale di Mercato San Severino. Ancora una volta, dunque, nella struttura di Castiglione di Ravello, è stato eseguito un intervento salvavita, che fa comprendere come il nosocomio sia indispensabile per un territorio affascinante ma impervio. G.d. S.