Vico Equense. Vigili, 60 in lotta per un posto fisso. Già pronti 8 contratti a tempo indeterminato con part-time al 33%

0

Vico Equense. Innanzitutto più sicurezza. In particolare alla vigilia dell’estate, quando migliaia di turisti, italiani e stranieri, senza sosta torneranno a prendere d’assalto la Terra delle Sirene. E Vico Equense dovrà presentarsi al meglio, da autentico «crocevia» per Sorrento e dintorni. Non solo. Fornire più uomini alla polizia municipale è anche un’esigenza strettamente dettata dalla querelle legata al traffico. Con un corpo rinforzato c’è la possibilità di poter predisporre un controllo adeguato sulla viabilità, migliorando la situazione, ultimamente drammatica complice anche la chiusura del tunnel di Seiano. Erano centinaia, ora sono rimasti in 60 e si contendono 8 posti di vigile urbano. Le prove orali sono terminate e il Comune di Vico Equense ha anche pubblicato la lista dei potenziali nuovi agenti. Attende la svolta definitiva il comandante Ferdinando De Martino che potrebbe fronteggiare le difficoltà d’organico con altri arrivi. Per il concorso dietro l’angolo ci sono le ultime tappe. Al taglio delle domande erano passati in 60. Tutti ambiscono ad un posto per vigile urbano. A Vico Equense, per fronteggiare l’emergenza, alcune settimane fa si è dovuto ricorrere alla proroga del contratto per quattro caschi bianchi. Il motivo? Concorso ancora aperto e necessità di tutelare il territorio. Una spinta che fu dettata anche da una questione sicurezza. Adesso le richieste di rinforzare l’organico della polizia municipale troveranno le giuste risposte. In tal senso, è stata pubblicata la graduatoria definitiva da parte della commissione giudicatrice. La questione lavoro negli enti pubblici vede la luce. Otto ragazzi della penisola sorrentina e non solo potranno avere un contratto a tempo indeterminato. Un lusso di questi tempi. Non sarà un impiego full time, ma solo a tempo ridotto. Infatti, il part-time sarà al 33 per cento. In pratica ci sarà una settimana e turni ridotti, ma Vico Equense potrà avere coperte le sue necessità per monitorare uno dei territori più vasti dell’intera penisola sorrentina. Vicenda, quella del con-corso per l’assunzione a tempo indeterminato, che si protrae dallo scorso 12 dicembre. Secondo le stime previste dall’ente municipale di via Filangieri la chiusura definitiva di tutti gli incartamenti dovrebbe esserci per la fine di marzo. In pratica gli otto nuovi agenti potrebbero firmare il proprio contratto entro la fine del prossimo mese e poi iniziare a lavorare Una scadenza che è stata fatta collimare con la cessazione delle proroghe dei contratti per quattro caschi bianchi a cui a gennaio era stato prolungato il contratto per ulteriori tre mesi. La volontà di veder terminare in contemporanea concorso e prolungamento del contratto è dovuto al non voler esporre ulteriormente le casse dell’ente locale con pagamenti doppi. Per il comandante De Martino, insomma, c’è l’imminente potenziamento dell’organico municipale con cui fronteggiare le esigenze. (José Astarita – Metropolis)

Vico Equense. Innanzitutto più sicurezza. In particolare alla vigilia dell’estate, quando migliaia di turisti, italiani e stranieri, senza sosta torneranno a prendere d’assalto la Terra delle Sirene. E Vico Equense dovrà presentarsi al meglio, da autentico «crocevia» per Sorrento e dintorni. Non solo. Fornire più uomini alla polizia municipale è anche un’esigenza strettamente dettata dalla querelle legata al traffico. Con un corpo rinforzato c’è la possibilità di poter predisporre un controllo adeguato sulla viabilità, migliorando la situazione, ultimamente drammatica complice anche la chiusura del tunnel di Seiano. Erano centinaia, ora sono rimasti in 60 e si contendono 8 posti di vigile urbano. Le prove orali sono terminate e il Comune di Vico Equense ha anche pubblicato la lista dei potenziali nuovi agenti. Attende la svolta definitiva il comandante Ferdinando De Martino che potrebbe fronteggiare le difficoltà d’organico con altri arrivi. Per il concorso dietro l’angolo ci sono le ultime tappe. Al taglio delle domande erano passati in 60. Tutti ambiscono ad un posto per vigile urbano. A Vico Equense, per fronteggiare l’emergenza, alcune settimane fa si è dovuto ricorrere alla proroga del contratto per quattro caschi bianchi. Il motivo? Concorso ancora aperto e necessità di tutelare il territorio. Una spinta che fu dettata anche da una questione sicurezza. Adesso le richieste di rinforzare l’organico della polizia municipale troveranno le giuste risposte. In tal senso, è stata pubblicata la graduatoria definitiva da parte della commissione giudicatrice. La questione lavoro negli enti pubblici vede la luce. Otto ragazzi della penisola sorrentina e non solo potranno avere un contratto a tempo indeterminato. Un lusso di questi tempi. Non sarà un impiego full time, ma solo a tempo ridotto. Infatti, il part-time sarà al 33 per cento. In pratica ci sarà una settimana e turni ridotti, ma Vico Equense potrà avere coperte le sue necessità per monitorare uno dei territori più vasti dell’intera penisola sorrentina. Vicenda, quella del con-corso per l’assunzione a tempo indeterminato, che si protrae dallo scorso 12 dicembre. Secondo le stime previste dall’ente municipale di via Filangieri la chiusura definitiva di tutti gli incartamenti dovrebbe esserci per la fine di marzo. In pratica gli otto nuovi agenti potrebbero firmare il proprio contratto entro la fine del prossimo mese e poi iniziare a lavorare Una scadenza che è stata fatta collimare con la cessazione delle proroghe dei contratti per quattro caschi bianchi a cui a gennaio era stato prolungato il contratto per ulteriori tre mesi. La volontà di veder terminare in contemporanea concorso e prolungamento del contratto è dovuto al non voler esporre ulteriormente le casse dell’ente locale con pagamenti doppi. Per il comandante De Martino, insomma, c’è l’imminente potenziamento dell’organico municipale con cui fronteggiare le esigenze. (José Astarita – Metropolis)