Sorrento The romance di Raffaele Lauro: da Presenzano a Sant’Agnello, il tour continua.

0

Raffaele Lauro e il suo ultimo capolavoro, Sorrento The romance- Il conflitto, nel XVI secolo, tra Cristianesimo e Islam, edito da GoldenGate Edizioni, che sta conquistando il mondo per la bellezza letteraria, il valore storico, la ricchezza di contenuti, hanno riscosso un ulteriore strepitoso successo nel Castello dei Duchi Del Balzo di Presenzano, dove su invito del Sindaco di Presenzano, Andrea Maccarelli, si è tenuta sabato scorso una presentazione-dibattito con relatori il giornalista Giuseppe Bocchino, la docente Luigia Forgione, il medico e animatore culturale Carlo Alfaro, il poeta Americo Iannocone, lo storico Aldo Cervo e l’avvocato Nicola Gallerani Valeri Caldesi, nipote del Duca del Balzo. Grande accoglienza nello sfarzoso Palazzo ducale per il romanzo chenarra, a partire dal sacco turco di Massa Lubrense e di Sorrento del 13 giugno 1558, la tormentata vicenda esistenziale di Marino Correale, che si sviluppa tra Sorrento, Napoli, Istanbul, Venezia e Madrid, sullo scenario insanguinato del XVI secolo, sconvolto dalle guerre di religione. Messaggio profondo del libro, l’invito al dialogo tra le tre grandi religioni monoteiste (Ebraismo, Cristianesimo e Islam), come auspicato da Papa Francesco. Raffaele Lauro, già professore di Filosofia nel Liceo Scientifico “Gaetano Salvemini” di Sorrento, già vice sindaco ed assessore alla Cultura del Comune di Sorrento, già capo di gabinetto del ministero dell’Interno, già prefetto e senatore della Repubblica, ama tanto la sua terra da consegnarla, con questo testo, all’attenzione planetaria. Un libro, il suo, ambientato nel 500, ma di una sconcertante attualità. Accuratissima la ricerca delle fonti storiografiche. Lauro ha dovuto attingere a fonti originarie, perché gli autori locali di storia patria, nei secoli successivi, hanno utilizzato, in modo talvolta contraddittorio, sempre le stesse notizie: dalle relationes degli arcivescovi di Sorrento al Papa, prima e dopo la il saccheggio, agli atti dei notai per le successioni ereditarie dei morti presunti, alle petizioni dei pianesi al viceré di Napoli e alla corte di Spagna contro le angherie fiscali dei nobili sorrentini, ai documenti rintracciati nella Biblioteca Nazionale, nell’Archivio Vaticano e in quello dell’Arcidiocesi di Sorrento, alle relazioni degli ambasciatori veneti e dei baili, presso la Sublime Porta, alle opere dei filosofi arabi, ai dispacci segreti dei gran visir, alla narrativa storica sul XVI secolo, allo studio degli atti del Concilio di Trento e delle sure coraniche, nelle diverse interpretazioni, fino, a livello locale, ai recenti saggi sul periodo storico di Benito Iezzi, don Gabriele Russo, Vincenzo Russo, Mario Russo, Salvatore Ferraro, Fabrizio Guastafierro. Il materiale era talmente tanto che inizialmente erano stati concepiti tre volumi, poi concentrati in un unico testo, di quasi 500 pagine. Appuntamento ora a SantAgnello, presso la Sala Consiliare del Comune sabato 1 marzo 2014, alle ore 10.30, con la moderazione del giornalista Ciriaco Viggiano e i relatori: Michele Vitiello, rappresentante del Forum Giovani di S.Agnello, la professoressa Maria Pagano, Dirigente Scolastico IC “Agostino Gemelli”, il professor Antonino De Angelis, Presidente del Centro Studi e Ricerche “Francis Marion Crawford”, la Presidente del Consiglio Comunale e Delegata alla Cultura, dottoressa Maria De Martino, e il Sindaco, dottor Piergiorgio Sagristani.

 

Raffaele Lauro e il suo ultimo capolavoro, Sorrento The romance- Il conflitto, nel XVI secolo, tra Cristianesimo e Islam, edito da GoldenGate Edizioni, che sta conquistando il mondo per la bellezza letteraria, il valore storico, la ricchezza di contenuti, hanno riscosso un ulteriore strepitoso successo nel Castello dei Duchi Del Balzo di Presenzano, dove su invito del Sindaco di Presenzano, Andrea Maccarelli, si è tenuta sabato scorso una presentazione-dibattito con relatori il giornalista Giuseppe Bocchino, la docente Luigia Forgione, il medico e animatore culturale Carlo Alfaro, il poeta Americo Iannocone, lo storico Aldo Cervo e l’avvocato Nicola Gallerani Valeri Caldesi, nipote del Duca del Balzo. Grande accoglienza nello sfarzoso Palazzo ducale per il romanzo chenarra, a partire dal sacco turco di Massa Lubrense e di Sorrento del 13 giugno 1558, la tormentata vicenda esistenziale di Marino Correale, che si sviluppa tra Sorrento, Napoli, Istanbul, Venezia e Madrid, sullo scenario insanguinato del XVI secolo, sconvolto dalle guerre di religione. Messaggio profondo del libro, l’invito al dialogo tra le tre grandi religioni monoteiste (Ebraismo, Cristianesimo e Islam), come auspicato da Papa Francesco. Raffaele Lauro, già professore di Filosofia nel Liceo Scientifico “Gaetano Salvemini” di Sorrento, già vice sindaco ed assessore alla Cultura del Comune di Sorrento, già capo di gabinetto del ministero dell’Interno, già prefetto e senatore della Repubblica, ama tanto la sua terra da consegnarla, con questo testo, all’attenzione planetaria. Un libro, il suo, ambientato nel 500, ma di una sconcertante attualità. Accuratissima la ricerca delle fonti storiografiche. Lauro ha dovuto attingere a fonti originarie, perché gli autori locali di storia patria, nei secoli successivi, hanno utilizzato, in modo talvolta contraddittorio, sempre le stesse notizie: dalle relationes degli arcivescovi di Sorrento al Papa, prima e dopo la il saccheggio, agli atti dei notai per le successioni ereditarie dei morti presunti, alle petizioni dei pianesi al viceré di Napoli e alla corte di Spagna contro le angherie fiscali dei nobili sorrentini, ai documenti rintracciati nella Biblioteca Nazionale, nell’Archivio Vaticano e in quello dell’Arcidiocesi di Sorrento, alle relazioni degli ambasciatori veneti e dei baili, presso la Sublime Porta, alle opere dei filosofi arabi, ai dispacci segreti dei gran visir, alla narrativa storica sul XVI secolo, allo studio degli atti del Concilio di Trento e delle sure coraniche, nelle diverse interpretazioni, fino, a livello locale, ai recenti saggi sul periodo storico di Benito Iezzi, don Gabriele Russo, Vincenzo Russo, Mario Russo, Salvatore Ferraro, Fabrizio Guastafierro. Il materiale era talmente tanto che inizialmente erano stati concepiti tre volumi, poi concentrati in un unico testo, di quasi 500 pagine. Appuntamento ora a SantAgnello, presso la Sala Consiliare del Comune sabato 1 marzo 2014, alle ore 10.30, con la moderazione del giornalista Ciriaco Viggiano e i relatori: Michele Vitiello, rappresentante del Forum Giovani di S.Agnello, la professoressa Maria Pagano, Dirigente Scolastico IC "Agostino Gemelli", il professor Antonino De Angelis, Presidente del Centro Studi e Ricerche "Francis Marion Crawford", la Presidente del Consiglio Comunale e Delegata alla Cultura, dottoressa Maria De Martino, e il Sindaco, dottor Piergiorgio Sagristani.