Sant’Agnello. Più vigili in città, assunti 2 agenti: spesa di 52mila euro

0

Sant’Agnello. Sicurezza e più controlli in strada, dietro l’angolo il piano per rinforzare il corpo di polizia municipale di Sant’Agnello. Due agenti in servizio in più con contratto a tempo determinato. In pratica, prima dell’arrivo della primavera, si cerca il modo migliore per gestire la quotidianità. I problemi di organico messi in risalto dalla richiesta del comandante, Aniello Gargiulo, dovrebbero essere risolti a fronte delle 250mila presenze di turisti e vacanzieri previsti dall’amministrazione comunale per la bella stagione. Nessun concorso per aggiungere nuovi vigili, ma chiamata diretta a due dei caschi bianchi che, in passato, avevano già lavorato per l’ente municipale di piazza Matteotti guidato dal sindaco Piergiorgio Sagristani. I proventi delle multe elevate nella cittadina costiera andranno così ad implementare il servizio della polizia municipale. Tutto fatto e a norma di legge. Come da determina dirigenziale pubblicata alcuni giorni fa, è stato scelto di richiamare in servizio due caschi bianchi per il periodo compreso da febbraio a dicembre del 2014. Un contratto a tempo determinato per entrambi gli agenti di polizia municipale. Una delle due figure che andranno ad implementare la pianta organica dei vigili urbani firmerà un contratto a tempo determinato e pieno da febbraio a dicembre 2014, l’altro agente avrà un contratto a tempo determinato e part-time con il seguente parametro lavorativo che nel mese di marzo sarà per complessive 18 ore settimanale, mentre dal primo marzo ci sarà un aumento delle ore di lavoro che passeranno a 24 in sette giorni. Non ci sarà un nuovo carico sul bilancio comunale. Infatti, secondo quanto stabilito dalla normativa, gli enti locali hanno l’opportunità di individuare le somme derivanti dalle sanzioni del codice della strada e impegnarle per implementare la pianta organica temporanea della polizia municipale. Il costo dell’operazione sarà circa 52mila euro. Una scelta basa sulla posizione strategica che ricopre il comune di Sant’Agnello che rientra tra i Comuni ad alta affluenza turistica, generalizzata nell’arco dell’intero anno, e che è interessato da un notevole afflusso di persone. Anche nella vicina Sorrento, il Comune potrebbe scegliere la strada del potenziamento del corpo in vista dell’estate. (José Astarita – Metropolis) 

Sant’Agnello. Sicurezza e più controlli in strada, dietro l’angolo il piano per rinforzare il corpo di polizia municipale di Sant’Agnello. Due agenti in servizio in più con contratto a tempo determinato. In pratica, prima dell’arrivo della primavera, si cerca il modo migliore per gestire la quotidianità. I problemi di organico messi in risalto dalla richiesta del comandante, Aniello Gargiulo, dovrebbero essere risolti a fronte delle 250mila presenze di turisti e vacanzieri previsti dall’amministrazione comunale per la bella stagione. Nessun concorso per aggiungere nuovi vigili, ma chiamata diretta a due dei caschi bianchi che, in passato, avevano già lavorato per l’ente municipale di piazza Matteotti guidato dal sindaco Piergiorgio Sagristani. I proventi delle multe elevate nella cittadina costiera andranno così ad implementare il servizio della polizia municipale. Tutto fatto e a norma di legge. Come da determina dirigenziale pubblicata alcuni giorni fa, è stato scelto di richiamare in servizio due caschi bianchi per il periodo compreso da febbraio a dicembre del 2014. Un contratto a tempo determinato per entrambi gli agenti di polizia municipale. Una delle due figure che andranno ad implementare la pianta organica dei vigili urbani firmerà un contratto a tempo determinato e pieno da febbraio a dicembre 2014, l’altro agente avrà un contratto a tempo determinato e part-time con il seguente parametro lavorativo che nel mese di marzo sarà per complessive 18 ore settimanale, mentre dal primo marzo ci sarà un aumento delle ore di lavoro che passeranno a 24 in sette giorni. Non ci sarà un nuovo carico sul bilancio comunale. Infatti, secondo quanto stabilito dalla normativa, gli enti locali hanno l’opportunità di individuare le somme derivanti dalle sanzioni del codice della strada e impegnarle per implementare la pianta organica temporanea della polizia municipale. Il costo dell’operazione sarà circa 52mila euro. Una scelta basa sulla posizione strategica che ricopre il comune di Sant’Agnello che rientra tra i Comuni ad alta affluenza turistica, generalizzata nell’arco dell’intero anno, e che è interessato da un notevole afflusso di persone. Anche nella vicina Sorrento, il Comune potrebbe scegliere la strada del potenziamento del corpo in vista dell’estate. (José Astarita – Metropolis)