Capaccio. Pensionato rapinato alla Licinella. Duecento euro il bottino

0

Capaccio. Pensionato rapinato ieri sul litorale nella contrada marittima della Licinella. Il “colpo” si è verificato in una traversa che da via Licinella conduce sul litorale di Paestum. Nel mirino è finito un 75enne originario di Nocera che si era recato nella città dei templi per svolgere delle commissioni. Duecento euro il bottino messo insieme dai due malviventi, che hanno costretto il malcapitato a consegnare loro il portafogli. Stando a una prima ricostruzione della vicenda, in base anche alle dichiarazioni della vittima, erano circa le 8 e l’anziano si trovava a bordo della sua autovettura con la quale stava transitando nella traversa di accesso al litorale, quando è stato bloccato da due giovani italiani che lo hanno invitato a fermarsi per chiedere delle informazioni. Il pensionato, non immaginando che si trattasse di due malviventi, ha quindi rallentato fino a fermarsi. Uno dei due “pedoni”, però, non ha impiegato molto a mostrare le reali intenzioni, bloccando l’anziano, mentre il complice si impossessava del portafogli custodito in tasca dall’uomo e nel quale c’erano circa duecento euro. Compiuta la rapina, i due si sono dileguati facendo perdere le tracce. Il pensionato, evidentemente turbato, è stato soccorso da alcuni residenti ai quali ha raccontato la vicenda prima di recarsi nella locale caserma dei carabinieri per presentare denuncia. Ad agire sono stati due giovani di età compresa tra i 25 ed i 30 anni. Non è escluso si tratti di malviventi in trasferta. Non sarebbe d’altronde la prima volta. Sul litorale di Paestum, spesso, si consumano furti, soprattutto nel periodo estivo ai danni di bagnanti e turisti. Tra le zone più a rischio il tratto lungo la provinciale tra Paestum e Agropoli, dove sono molte le auto parcheggiate lungo la strada o in alcune traverse lontane dalla spiaggia. (La Città di Salerno)

Capaccio. Pensionato rapinato ieri sul litorale nella contrada marittima della Licinella. Il “colpo” si è verificato in una traversa che da via Licinella conduce sul litorale di Paestum. Nel mirino è finito un 75enne originario di Nocera che si era recato nella città dei templi per svolgere delle commissioni. Duecento euro il bottino messo insieme dai due malviventi, che hanno costretto il malcapitato a consegnare loro il portafogli. Stando a una prima ricostruzione della vicenda, in base anche alle dichiarazioni della vittima, erano circa le 8 e l’anziano si trovava a bordo della sua autovettura con la quale stava transitando nella traversa di accesso al litorale, quando è stato bloccato da due giovani italiani che lo hanno invitato a fermarsi per chiedere delle informazioni. Il pensionato, non immaginando che si trattasse di due malviventi, ha quindi rallentato fino a fermarsi. Uno dei due “pedoni”, però, non ha impiegato molto a mostrare le reali intenzioni, bloccando l’anziano, mentre il complice si impossessava del portafogli custodito in tasca dall’uomo e nel quale c’erano circa duecento euro. Compiuta la rapina, i due si sono dileguati facendo perdere le tracce. Il pensionato, evidentemente turbato, è stato soccorso da alcuni residenti ai quali ha raccontato la vicenda prima di recarsi nella locale caserma dei carabinieri per presentare denuncia. Ad agire sono stati due giovani di età compresa tra i 25 ed i 30 anni. Non è escluso si tratti di malviventi in trasferta. Non sarebbe d’altronde la prima volta. Sul litorale di Paestum, spesso, si consumano furti, soprattutto nel periodo estivo ai danni di bagnanti e turisti. Tra le zone più a rischio il tratto lungo la provinciale tra Paestum e Agropoli, dove sono molte le auto parcheggiate lungo la strada o in alcune traverse lontane dalla spiaggia. (La Città di Salerno)