Grande successo a favore della piccola Angela Esposito al Teatro Agorà

0

NAPOLI, 24 febbraio – Grande successo di pubblico al Teatro Agorà di Napoli ieri sera, lo spettacolo teatrale in due atti scritto e diretto dal regista Renato Di Meo con gli attori Annamaria Stizzo, Simona Galloppa, Claudio Porcaro, Katia Cetrone, Antonella Cipolla è stato un vero trionfo di applausi e consensi.

Al piano il maestro Pasquale Cirillo ha deliziato il pubblico con le sue meravigliose musiche accompagnato dalla bellissima voce di Carmen Cefalo. Lo spettacolo dal titolo “Chi cumann’ int’ a sta casa” è stato organizzato insieme all’associazione di volontariato Arcobaleno della vita Onlus, sempre in prima linea per aiutare chi vive uno stato di disagio sociale, in favore della piccola Angela Esposito una bimba cerebrolesa di circa 12 anni che ha contratto un virus mortale durante uno dei tantissimi interventi chirurgici che ha subito al cervello e che vive ora in uno stato vegetativo. Si sono infatti raccolti fondi per sostenere le sue cure mediche, mentre in sala il papà della piccola, che non era presente per motivi legati alla sua salute precaria, ha ringraziato tutti emozionato e felice della riuscita dell’evento.  “Ecco, questo è il connubio importante: ARTE E SOLIDARIETA’, insieme per chi soffre, la massima espressione della pura umanità” hanno commentato Renato Di Meo, Direttore Artistico nonché regista e attore dello stesso spettacolo, e Imma Pastena, il Direttore Tecnico-Organizzativo e Presidente dell’Associazione Arcobaleno della vita. “Una forza che spiazza via ogni preconcetto, ogni forma di esclusione, una forza che nasce dal cuore di ogni uomo e che trasforma la predisposizione umana in azione, vedendo nel prossimo non il nostro opposto ma il nostro completamento”.

Sala strapiena di gente per un meritato plauso alla grande attività artistica dello stesso Renato che non ha esitato a dire di no ancora una volta ad un impegno sociale così importante, testimoniando la sua umanità e meritando una targa di ringraziamento consegnatagli dal Presidente dell’associazione Arcobaleno della vita.

 

NAPOLI, 24 febbraio – Grande successo di pubblico al Teatro Agorà di Napoli ieri sera, lo spettacolo teatrale in due atti scritto e diretto dal regista Renato Di Meo con gli attori Annamaria Stizzo, Simona Galloppa, Claudio Porcaro, Katia Cetrone, Antonella Cipolla è stato un vero trionfo di applausi e consensi.

Al piano il maestro Pasquale Cirillo ha deliziato il pubblico con le sue meravigliose musiche accompagnato dalla bellissima voce di Carmen Cefalo. Lo spettacolo dal titolo “Chi cumann’ int’ a sta casa” è stato organizzato insieme all’associazione di volontariato Arcobaleno della vita Onlus, sempre in prima linea per aiutare chi vive uno stato di disagio sociale, in favore della piccola Angela Esposito una bimba cerebrolesa di circa 12 anni che ha contratto un virus mortale durante uno dei tantissimi interventi chirurgici che ha subito al cervello e che vive ora in uno stato vegetativo. Si sono infatti raccolti fondi per sostenere le sue cure mediche, mentre in sala il papà della piccola, che non era presente per motivi legati alla sua salute precaria, ha ringraziato tutti emozionato e felice della riuscita dell’evento.  “Ecco, questo è il connubio importante: ARTE E SOLIDARIETA’, insieme per chi soffre, la massima espressione della pura umanità” hanno commentato Renato Di Meo, Direttore Artistico nonché regista e attore dello stesso spettacolo, e Imma Pastena, il Direttore Tecnico-Organizzativo e Presidente dell’Associazione Arcobaleno della vita. “Una forza che spiazza via ogni preconcetto, ogni forma di esclusione, una forza che nasce dal cuore di ogni uomo e che trasforma la predisposizione umana in azione, vedendo nel prossimo non il nostro opposto ma il nostro completamento”.

Sala strapiena di gente per un meritato plauso alla grande attività artistica dello stesso Renato che non ha esitato a dire di no ancora una volta ad un impegno sociale così importante, testimoniando la sua umanità e meritando una targa di ringraziamento consegnatagli dal Presidente dell’associazione Arcobaleno della vita.