Vietri sul mare e mezza Costiera in difficoltà. Benincasa “Per la settimana prossima doppio senso”

0

Oltre ai disagi, la mancanza di comunicazione , dalla SITA , per esempio, non si è saputo nulla della linea Salerno Amalfi , neanche un avviso alle fermate o una comunicazione di qualsiasi tipo (ndr) Già dalla prossima settimana la strada provinciale che dalla Costiera amalfitana conduce a Salerno, potrebbe riaprire a senso unico alternato. A dare la notizia è il sindaco di Vietri sul Mare, Francesco Benincasa: «Martedì mattina ci incontreremo di nuovo e non è escluso che la carrabile possa essere nuovamente percorribile, seppur parzialmente». Affinché si verifichi questa eventualità, agognata da tutti, in particolar modo dai residenti del comprensorio amalfitano e di Cava de’ Tirreni, è necessario che tutte le tessere s’incastrino perfettamente. Il pericolo, infatti, è costituito da due grossi massi in bilico dalla parete rocciosa collassata e le verifiche dovranno appurare se basterà il loro disgaggio oppure se dovranno essere frantumati. E, in quest’ultimo caso, le operazioni sarebbero molto più complicate e lunghe. In attesa del sospirato nulla osta, che potrebbe arrivare dopo l’ulteriore ispezione del costone, ha preso il via, dal centro di Vietri, il servizio navetta gratuito fino alla locale stazione ferroviaria. «Il primo giorno – rimarca Benincasa – non c’è stato un grosso movimento di passeggeri. La voce, però, si sta diffondendo tra gli utenti e già da domani (oggi n.d.r.) le persone saranno di più. E inoltre è stata prevista anche una corsa del Cstp per gli studenti universitari». E c’è anche l’accordo per il transito gratis sulla tratta autostradale Cava-Vietri, dalle 7 alle 10 e dalle 16 alle 18. «Le firme ci sono tutte – spiega il primo cittadino – e rispetto allo scorso anno, siamo riusciti ad ottenere un’ora in più di passaggio non a pagamento per gli automobilisti». Dunque i disagi cominciano ad essere sempre di meno, e questo grazie, come sottolinea Benincasa «alla sinergia degli enti interessati, che stavolta sono intervenuti immediatamente». Gaetano de Stefano

Oltre ai disagi, la mancanza di comunicazione , dalla SITA , per esempio, non si è saputo nulla della linea Salerno Amalfi , neanche un avviso alle fermate o una comunicazione di qualsiasi tipo (ndr) Già dalla prossima settimana la strada provinciale che dalla Costiera amalfitana conduce a Salerno, potrebbe riaprire a senso unico alternato. A dare la notizia è il sindaco di Vietri sul Mare, Francesco Benincasa: «Martedì mattina ci incontreremo di nuovo e non è escluso che la carrabile possa essere nuovamente percorribile, seppur parzialmente». Affinché si verifichi questa eventualità, agognata da tutti, in particolar modo dai residenti del comprensorio amalfitano e di Cava de’ Tirreni, è necessario che tutte le tessere s’incastrino perfettamente. Il pericolo, infatti, è costituito da due grossi massi in bilico dalla parete rocciosa collassata e le verifiche dovranno appurare se basterà il loro disgaggio oppure se dovranno essere frantumati. E, in quest’ultimo caso, le operazioni sarebbero molto più complicate e lunghe. In attesa del sospirato nulla osta, che potrebbe arrivare dopo l’ulteriore ispezione del costone, ha preso il via, dal centro di Vietri, il servizio navetta gratuito fino alla locale stazione ferroviaria. «Il primo giorno – rimarca Benincasa – non c’è stato un grosso movimento di passeggeri. La voce, però, si sta diffondendo tra gli utenti e già da domani (oggi n.d.r.) le persone saranno di più. E inoltre è stata prevista anche una corsa del Cstp per gli studenti universitari». E c’è anche l’accordo per il transito gratis sulla tratta autostradale Cava-Vietri, dalle 7 alle 10 e dalle 16 alle 18. «Le firme ci sono tutte – spiega il primo cittadino – e rispetto allo scorso anno, siamo riusciti ad ottenere un’ora in più di passaggio non a pagamento per gli automobilisti». Dunque i disagi cominciano ad essere sempre di meno, e questo grazie, come sottolinea Benincasa «alla sinergia degli enti interessati, che stavolta sono intervenuti immediatamente». Gaetano de Stefano