Lega sorrentina, obiettivo Regionali. Al voto per palazzo Santa Lucia potrebbe esserci un unico candidato

0

Sorrento. La Lega sorrentina non si ferma. Anzi. E accelera. I promotori del movimento civico della penisola intendono chiudere il cerchio nel giro di qualche settimana per poi uscire allo scoperto ufficialmente e, quindi, «annunciare» sia i programmi che gli esponenti politici che hanno già aderito all’iniziativa varata l’autunno scorso. Si tratta di un progetto politico abbastanza ambizioso quello lanciato dai sindaci di Sorrento e Sant’Agnello, Giuseppe Cuomo e Piergiorgio Sagristani, che hanno immediatamente trovato pieno sostegno anche dall’ex consigliere provinciale dell’Udc, Raffaele Apreda, assessore comunale a Sorrento con delega all’edilizia pubblica. Il tempo stringe e si tenta di trovare un accordo definitivo perché l’obiettivo è presentarsi agli elettori con una pattuglia già ben definita per le prossime consultazioni per il consiglio regionale. Un appuntamento in programma nel 2015, in concomitanza con le amministrative in programma a Sorrento dove proprio Giuseppe Cuomo tenterà di trovare le alleanze adeguate per puntare alla rielezione. Un’iniziativa di primo piano che va al di là degli insistenti rumors che danno alla finestra l’ex sindaco Ferdinando Pinto su cui l’opposizione, in particolare il Partito democratico, intende verificare se al momento ci sono i presupposti di una ricandidatura di un personaggio che ha già indossato la fascia tricolore. La Lega sorrentina intende andare a riempire spazi politici a disposizione sul «mercato»: anche perché al momento, eccetto Rossellina Russo – rientrata in consiglio provinciale dopo le dimissioni di Domenico De Siano, già parlamentare – non c’è nessun politico originario della Terra delle Sirene nelle istituzioni che contano. Non solo le elezioni Regionali: il movimento civico vuole anche valutare l’ipotesi di dare il via all’iter che potrebbe portare al «sogno» di isti-tuire il Comune unico. Un grande ente da Vico Equense a Massa Lubrense. Non solo Cuomo, Sagristani e Apreda. Tutti i consiglieri comunali di maggioranza di Sorrento e Sant’Agnello hanno sposato il progetto. No secco dai rappresentanti della minoranza. Nella Lega c’è anche l’ex consigliere regionale Flora Beneduce, il leader dell’opposizione di Massa Lubrense, Lorenzo Balducelli e, probabilmente, anche il futuro candidato sindaco di Meta, Giuseppe Tito. (Salvatore Dare – Metropolis)

Sorrento. La Lega sorrentina non si ferma. Anzi. E accelera. I promotori del movimento civico della penisola intendono chiudere il cerchio nel giro di qualche settimana per poi uscire allo scoperto ufficialmente e, quindi, «annunciare» sia i programmi che gli esponenti politici che hanno già aderito all’iniziativa varata l’autunno scorso. Si tratta di un progetto politico abbastanza ambizioso quello lanciato dai sindaci di Sorrento e Sant’Agnello, Giuseppe Cuomo e Piergiorgio Sagristani, che hanno immediatamente trovato pieno sostegno anche dall’ex consigliere provinciale dell’Udc, Raffaele Apreda, assessore comunale a Sorrento con delega all’edilizia pubblica. Il tempo stringe e si tenta di trovare un accordo definitivo perché l’obiettivo è presentarsi agli elettori con una pattuglia già ben definita per le prossime consultazioni per il consiglio regionale. Un appuntamento in programma nel 2015, in concomitanza con le amministrative in programma a Sorrento dove proprio Giuseppe Cuomo tenterà di trovare le alleanze adeguate per puntare alla rielezione. Un’iniziativa di primo piano che va al di là degli insistenti rumors che danno alla finestra l’ex sindaco Ferdinando Pinto su cui l’opposizione, in particolare il Partito democratico, intende verificare se al momento ci sono i presupposti di una ricandidatura di un personaggio che ha già indossato la fascia tricolore. La Lega sorrentina intende andare a riempire spazi politici a disposizione sul «mercato»: anche perché al momento, eccetto Rossellina Russo – rientrata in consiglio provinciale dopo le dimissioni di Domenico De Siano, già parlamentare – non c’è nessun politico originario della Terra delle Sirene nelle istituzioni che contano. Non solo le elezioni Regionali: il movimento civico vuole anche valutare l’ipotesi di dare il via all’iter che potrebbe portare al «sogno» di isti-tuire il Comune unico. Un grande ente da Vico Equense a Massa Lubrense. Non solo Cuomo, Sagristani e Apreda. Tutti i consiglieri comunali di maggioranza di Sorrento e Sant’Agnello hanno sposato il progetto. No secco dai rappresentanti della minoranza. Nella Lega c’è anche l’ex consigliere regionale Flora Beneduce, il leader dell’opposizione di Massa Lubrense, Lorenzo Balducelli e, probabilmente, anche il futuro candidato sindaco di Meta, Giuseppe Tito. (Salvatore Dare – Metropolis)

Lascia una risposta