MASSALUBRENSE. PIPIANO INCANTA L’EUROPA video

0

Aggiornamento del 19/3/2014. 

Il Ninfeo di Marina della Lobra a Monaco di Baviera: dopo la mostra un convegno di approfondimento.

I riflettori internazionali sul Ninfeo marittimo di Marina della Lobra sono ancora accesi. Dopo lo straordinario successo della mostra “Pompei. Vita sul vulcano” che chiude il prossimo 23 marzo, l’opera, completamente ricomposta dopo il restauro di tutti i pannelli musivi, sarà oggetto di una importante conferenza dal titolo: “Dietro le quinte della mostra ‘Pompeji. Leben auf dem Vulkan’ – restauro e all’allestimento del Ninfeo a mosaico da Marina della Lobra presso Sorrento”.

La conferenza si terrà mercoledì 26 marzo, alle ore 19:00, presso l’Istituto Italiano di Cultura (Hermann-Schmid – Str. 8, München), in lingua italiana e tedesca, e sarà curata dalla dottoressa Luigia Melillo, archeologa, responsabile del Laboratorio di Conservazione e Restauro del Museo Archeologico Nazionale di Napoli.

L’evento è organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura, dal Forum Italiae. V., dal Museo Archeologico Nazionale di Napoli, dalla Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici Napoli e Kunsthalle der Hypo-Kulturstiftung

L’attenzione internazionale riservata al Ninfeo di Massa Lubrense è motivo di orgoglio per la comunità lubrense e per l’Archeoclub locale, ma è anche un forte monito a prendersi sempre maggior cura dei beni archeologici e artistici della nazione che tanta eco ed interesse riscuotono nel mondo.

A questo sito il video della mostra tedesco al minuto 3.14 apparirà il ninfeo :http://www.youtube.com/watch?v=qbobkV6tf5c

 

L’Europa presa dalla febbre di Pompei da soddisfazione anche alla penisola sorrentina.  La grande mostra londinese Life and Death in Pompeii and Herculaneum al British Museum  e quella tedesca di Monaco di Baviera Pompei. Vita sul vulcano ,assecondate oggi dall’uscita del film  dedicato alla via e alla morte di questa città, fanno crescere l’attenzione e desiderio di conoscere, sicuramente vi sarà un incremento turistico, di cui già si registrano il superamento di tre milioni di visitatori anno , ponendo il sito archeologico al primo posto in Italia.

La mostra a Monaco di Baviera, in Germania, dove la Galleria d’arte della Hypo-Kulturstiftung  sta esponendo  ben 260 reperti pompeiani, inaugurata il  15 novembre 2013 e durerà fino al 26 marzo 2014.

Tra questi reperti , statue, gioielli in oro e vasi della Casa del Menandro, oggetti d’uso quotidiano, ma anche il calco in gesso di un cane morto durante l’eruzione proveniente dalla Casa di Orfeo a Pompei, un atleta in bronzo trovato nella Villa dei Papiri di Ercolano, affreschi come Bacco e il Vesuvio dalla Casa del Centenario di Pompe. l’affresco ercolanese di Achille e Chirone, un mosaico con pesci e molluschi dalla Casa del Fauno, ma quello che attira maggiormente l’attenzione, e per la sua grandezza fisica e per la unicità della sua fattura in tessere a mosaico e per la sua bellezza , è l’intera parete di 24 metri del ninfeo marittimo di Massa Lubrense, in esposizione al pubblico per la prima volta.

Ci invita alla riflessione il fatto che agenzie di viaggio campane organizzano viaggi a Monaco  proponendo la mostra su pompei : http://www.turisbergviaggi.it/FTPTO/Pdf/Idee%20di%20viaggio/2014-03-07%20Monaco%20e%20Salisburgo.pdf    e poi il circuito delle ville Stabiane  stenta a superare i 20.000 visitatori l’anno o che un luogo come la Regina Giovanna a Sorrento  è un non luogo lasciato in balia delle onde.

Aggiornamento del 19/3/2014. 

Il Ninfeo di Marina della Lobra a Monaco di Baviera: dopo la mostra un convegno di approfondimento.

I riflettori internazionali sul Ninfeo marittimo di Marina della Lobra sono ancora accesi. Dopo lo straordinario successo della mostra “Pompei. Vita sul vulcano” che chiude il prossimo 23 marzo, l’opera, completamente ricomposta dopo il restauro di tutti i pannelli musivi, sarà oggetto di una importante conferenza dal titolo: "Dietro le quinte della mostra 'Pompeji. Leben auf dem Vulkan' – restauro e all’allestimento del Ninfeo a mosaico da Marina della Lobra presso Sorrento".

La conferenza si terrà mercoledì 26 marzo, alle ore 19:00, presso l’Istituto Italiano di Cultura (Hermann-Schmid – Str. 8, München), in lingua italiana e tedesca, e sarà curata dalla dottoressa Luigia Melillo, archeologa, responsabile del Laboratorio di Conservazione e Restauro del Museo Archeologico Nazionale di Napoli.

L’evento è organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura, dal Forum Italiae. V., dal Museo Archeologico Nazionale di Napoli, dalla Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici Napoli e Kunsthalle der Hypo-Kulturstiftung

L’attenzione internazionale riservata al Ninfeo di Massa Lubrense è motivo di orgoglio per la comunità lubrense e per l’Archeoclub locale, ma è anche un forte monito a prendersi sempre maggior cura dei beni archeologici e artistici della nazione che tanta eco ed interesse riscuotono nel mondo.

A questo sito il video della mostra tedesco al minuto 3.14 apparirà il ninfeo :http://www.youtube.com/watch?v=qbobkV6tf5c

Visualizzazione di visitatori a monaco.JPG

 

L’Europa presa dalla febbre di Pompei da soddisfazione anche alla penisola sorrentina.  La grande mostra londinese Life and Death in Pompeii and Herculaneum al British Museum  e quella tedesca di Monaco di Baviera Pompei. Vita sul vulcano ,assecondate oggi dall’uscita del film  dedicato alla via e alla morte di questa città, fanno crescere l’attenzione e desiderio di conoscere, sicuramente vi sarà un incremento turistico, di cui già si registrano il superamento di tre milioni di visitatori anno , ponendo il sito archeologico al primo posto in Italia.

La mostra a Monaco di Baviera, in Germania, dove la Galleria d'arte della Hypo-Kulturstiftung  sta esponendo  ben 260 reperti pompeiani, inaugurata il  15 novembre 2013 e durerà fino al 26 marzo 2014.

Tra questi reperti , statue, gioielli in oro e vasi della Casa del Menandro, oggetti d'uso quotidiano, ma anche il calco in gesso di un cane morto durante l'eruzione proveniente dalla Casa di Orfeo a Pompei, un atleta in bronzo trovato nella Villa dei Papiri di Ercolano, affreschi come Bacco e il Vesuvio dalla Casa del Centenario di Pompe. l'affresco ercolanese di Achille e Chirone, un mosaico con pesci e molluschi dalla Casa del Fauno, ma quello che attira maggiormente l’attenzione, e per la sua grandezza fisica e per la unicità della sua fattura in tessere a mosaico e per la sua bellezza , è l'intera parete di 24 metri del ninfeo marittimo di Massa Lubrense, in esposizione al pubblico per la prima volta.

Ci invita alla riflessione il fatto che agenzie di viaggio campane organizzano viaggi a Monaco  proponendo la mostra su pompei : http://www.turisbergviaggi.it/FTPTO/Pdf/Idee%20di%20viaggio/2014-03-07%20Monaco%20e%20Salisburgo.pdf    e poi il circuito delle ville Stabiane  stenta a superare i 20.000 visitatori l’anno o che un luogo come la Regina Giovanna a Sorrento  è un non luogo lasciato in balia delle onde.