Digital Divide da San Lazzaro ad Agerola a Pogerola di Amalfi con la telecom e Connectivia

0

Digital Divide da San Lazzaro ad Agerola a Pogerola di Amalfi con la telecom e Connectivia . Sembra incredibile ma in Costiera amalfitana eiste un enorme Digital Divide, un disservizio della Telecom, che rimane la principale compagnia in Italia, a coprire alcune zone. Oggi che l’accesso ad internet è fondamentale alla vita lavorativa e sociale , ancora ci sono dei problemi. Quel che è assurdo che all’assenza di rete ci si trovi a dover rivolgersi ad altre strutture, non solo, ma necessariamente con l’impegno dei comuni, e così ad Agerola l’assessore Naclerio ad Amalfi l’assessore Milano (ma anche a Furore dove c’è un hot spot gratuito) , per poter far attivare dei servizi di copertura di rete, i più esigenti sono proprio a San Lazzaro ad Agerola con un lungo topic rivolto a Connectivia, società della Campania, con contestazioni su velocità della rete, impossibilità di raggiungerli telefonicamente (proteste comuni anche ad altre società oltre alla stessa Telecom, Infostrada etc) , ma anche con il riconoscimento che prima, fino a poco fa in pratica,  internet non c’era proprio. Di fronte a questi “vuoti” arrivano società locali, in questo caso la Connectivia, con sede a Scafati in provincia di Salerno, in altri, come a Moiano di Vico Equense, società costituite ad hoc di Sorrento, etc etc.. Mentre dovrebbe essere dovere della compagnia nazionale coprire tutto e tutti e poi chi vuole scegliersi altre società, una situazione con tante società sul mercato che crea non poca confusione agli utenti.

Digital Divide da San Lazzaro ad Agerola a Pogerola di Amalfi con la telecom e Connectivia . Sembra incredibile ma in Costiera amalfitana eiste un enorme Digital Divide, un disservizio della Telecom, che rimane la principale compagnia in Italia, a coprire alcune zone. Oggi che l'accesso ad internet è fondamentale alla vita lavorativa e sociale , ancora ci sono dei problemi. Quel che è assurdo che all'assenza di rete ci si trovi a dover rivolgersi ad altre strutture, non solo, ma necessariamente con l'impegno dei comuni, e così ad Agerola l'assessore Naclerio ad Amalfi l'assessore Milano (ma anche a Furore dove c'è un hot spot gratuito) , per poter far attivare dei servizi di copertura di rete, i più esigenti sono proprio a San Lazzaro ad Agerola con un lungo topic rivolto a Connectivia, società della Campania, con contestazioni su velocità della rete, impossibilità di raggiungerli telefonicamente (proteste comuni anche ad altre società oltre alla stessa Telecom, Infostrada etc) , ma anche con il riconoscimento che prima, fino a poco fa in pratica,  internet non c'era proprio. Di fronte a questi "vuoti" arrivano società locali, in questo caso la Connectivia, con sede a Scafati in provincia di Salerno, in altri, come a Moiano di Vico Equense, società costituite ad hoc di Sorrento, etc etc.. Mentre dovrebbe essere dovere della compagnia nazionale coprire tutto e tutti e poi chi vuole scegliersi altre società, una situazione con tante società sul mercato che crea non poca confusione agli utenti.