Positano: la differenza noné una sottrazione

0

Oggi giovedì 13 febbraio, presso l’auditorium di Positano, si è tenuto con successo il primo incontro del progetto “la differenza non è una sottrazione”. Progetto promosso dall’amministrazione comunale, qui rappresentata dal consigliere Maria Grazia Savino, e realizzato con la scuola ad opera delle dott.ssa S. Iervolino, R. Parlato, A. Di Martino e P. De Risi, operatrici sociali specializzate in relazioni familiari e minori. All’incontro ha partecipato un proficuo gruppo di genitori motivati ad “educarsi per educare” (questo è il titolo dell’intervento rivolto ai genitori). Si è riflettuto sull’importanza del condizionamento familiare e sociale nell’educazione dei figli, sulla necessità di superare la così detta “prima impressione” che spesso “porta fuori strada” e che tra i giovani determina dinamiche di bullismo.

 Insegnare ai propri figli ad andare oltre ciò che superficialmente appare è possibile mediante l’esempio: <> questa in sintesi il messaggio rivolto ai genitori presenti.

Quest’iniziativa testimonia l’interesse e la sensibilità del nostro primo cittadino verso le tematiche sociali e verso la scuola.

Il prossimo appuntamento con i genitori è giovedì 6 marzo dalle ore 10.00 alle ore 12.00 presso l’auditorium di Positano.

 

 

Oggi giovedì 13 febbraio, presso l’auditorium di Positano, si è tenuto con successo il primo incontro del progetto “la differenza non è una sottrazione”. Progetto promosso dall’amministrazione comunale, qui rappresentata dal consigliere Maria Grazia Savino, e realizzato con la scuola ad opera delle dott.ssa S. Iervolino, R. Parlato, A. Di Martino e P. De Risi, operatrici sociali specializzate in relazioni familiari e minori. All’incontro ha partecipato un proficuo gruppo di genitori motivati ad “educarsi per educare” (questo è il titolo dell’intervento rivolto ai genitori). Si è riflettuto sull’importanza del condizionamento familiare e sociale nell’educazione dei figli, sulla necessità di superare la così detta “prima impressione” che spesso “porta fuori strada” e che tra i giovani determina dinamiche di bullismo.

 Insegnare ai propri figli ad andare oltre ciò che superficialmente appare è possibile mediante l’esempio: <<iniziamo noi genitori a guardare ai nostri figli senza preconcetti, siano essi positivi o negativi, con sguardo disponibile ad accogliere ogni loro nuovo cambiamento, per aiutarli ad evolvere e a migliorarsi!>> questa in sintesi il messaggio rivolto ai genitori presenti.

Quest’iniziativa testimonia l’interesse e la sensibilità del nostro primo cittadino verso le tematiche sociali e verso la scuola.

Il prossimo appuntamento con i genitori è giovedì 6 marzo dalle ore 10.00 alle ore 12.00 presso l’auditorium di Positano.