Assunta Tartaglione intervistata da Positanonews in vista delle primarie Pd

0

Di Gigione Maresca Assunta Tartaglione, deputata PD,  intervistata da Positanonews , il primo giornale online della Costiera amalfitana e Penisola Sorrentina,in vista delle primarie Pd  1) Le donne nel  PARTITO DEMOCRATICO  ogni giorno sempre più protagoniste. Quale motivo ha spinto  un avvocato già molto  impegnato a concorrere per una segreteria regionale cosi’ ambita e al centro dell’attenzione politica non solo campana ?

Già le donne oggi rivestono sempre più ruoli strategici e hanno saputo affermarsi in politica come in tanti altri settori, spesso con molte difficoltà dovendo dimostrare più degli uomini per farsi valere. Quella delle pari opportunità e della tutela dei diritti delle donne è una battaglia che combatto da sempre, quella che insieme alla giustizia mi sta più a cuore. Ecco perchè non ho esitato un istante a mettermi in gioco in prima persona anche in questa nuova sfida che mi attende. A spingermi la passione ed il rispetto che ho per la Campania che ho girato e continuo a girare in lungo in largo, ancora di più oggi da parlamentare. Un territorio variegato, ricco di entusiasmi e di risors,e troppo spesso frenato dall’assenza di un interlocutore politico capace di ascoltare le esigenze dei cittadini. E’ questa la sfida che mi ha spinto a candidarmi, che  ho accettato: dar voce a queste istanze.

2) Quale ruolo deve assumere la donna in politica in una società dopo prevalgono tanti pregiudizi su capacità  di sviluppare un programma ed un metodo di lavoro per lo sviluppo di un paese oggi più povero ?

Le donne negli anni hanno dovuto lottare per affermarsi. Ed è proprio questa caparbietà unita alla sensibilità verso certe tematiche, alla capacità di coniugare famiglia, casa e lavoro, che applicano in ambito politico, come in tutti gli ambiti professionali. Ecco perchè è inaccettabile che esistano ancora situazioni di discriminazione che vanno combattute a tutti i livelli, anche garantendo laddove la disparità è evidente l’accesso alle donne.

3) Quali misure per combattere la disoccupazione ed aiutare le famiglie non solo nel quotidiano?

Il Pd elaborerà un piano lavoro per la Campania, che ovviamente tradurrà a livello regionale i principi e le iniziative contenute nel job act che il Pd nazionale sta producendo. Occorre tempo per invertire il trend drammatico della disoccupazione. In primis cercheremo di mettere le imprese e la pubblica amministrazione in condizione di applicare turn over e promuovere nuove assunzioni ottenendo le massime agevolazioni in termini fiscali e di investimento. Questo è il primo macro-obiettivo, che poi espliciteremo in provvedimenti più specifici. Su questo il Pd campano gioca la partita dello sviluppo attraverso la ricerca e la bellezza. La grande sartorialità, l’agroalimentare, la tutela del patrimonio archeologico, monumentale e del paesaggio costiero e interno sono la missione su cui puntare ogni risorsa, ogni inventiva, ogni iniziativa di politica del futuro.

4)  Nella regione Campania che tipo di politica economica e sociale dovrebbe essere adottata per vincere la corruzione e per dare una svolta nel campo industriale commerciale e turistico sopratutto incentivando i piccoli comuni della costiera sorrentina ed amalfitana? 

Sicuramente una maggiore trasparenza nella gestione delle risorse pubbliche: stazione unica appaltante, razionalizzazione delle partecipate e sistemi di controllo periodico sono solo alcune delle misure che aiuterebbero a combattere la corruzione. Relativamente ai piccoli comuni ripeto sono una risorsa preziosa per la nostra regione. La Campania deve incentivare tutte quelle realtà che mirano alla loro valorizzazione, attraverso sgravi fiscali, concessione di finanziamenti per progetti di ampliamento e sviluppo, investendo su infrastrutture e trasporti che favoriscano la ricettività turistica.

Di Gigione Maresca Assunta Tartaglione, deputata PD,  intervistata da Positanonews , il primo giornale online della Costiera amalfitana e Penisola Sorrentina,in vista delle primarie Pd  1) Le donne nel  PARTITO DEMOCRATICO  ogni giorno sempre più protagoniste. Quale motivo ha spinto  un avvocato già molto  impegnato a concorrere per una segreteria regionale cosi' ambita e al centro dell'attenzione politica non solo campana ?

Già le donne oggi rivestono sempre più ruoli strategici e hanno saputo affermarsi in politica come in tanti altri settori, spesso con molte difficoltà dovendo dimostrare più degli uomini per farsi valere. Quella delle pari opportunità e della tutela dei diritti delle donne è una battaglia che combatto da sempre, quella che insieme alla giustizia mi sta più a cuore. Ecco perchè non ho esitato un istante a mettermi in gioco in prima persona anche in questa nuova sfida che mi attende. A spingermi la passione ed il rispetto che ho per la Campania che ho girato e continuo a girare in lungo in largo, ancora di più oggi da parlamentare. Un territorio variegato, ricco di entusiasmi e di risors,e troppo spesso frenato dall'assenza di un interlocutore politico capace di ascoltare le esigenze dei cittadini. E' questa la sfida che mi ha spinto a candidarmi, che  ho accettato: dar voce a queste istanze.

2) Quale ruolo deve assumere la donna in politica in una società dopo prevalgono tanti pregiudizi su capacità  di sviluppare un programma ed un metodo di lavoro per lo sviluppo di un paese oggi più povero ?

Le donne negli anni hanno dovuto lottare per affermarsi. Ed è proprio questa caparbietà unita alla sensibilità verso certe tematiche, alla capacità di coniugare famiglia, casa e lavoro, che applicano in ambito politico, come in tutti gli ambiti professionali. Ecco perchè è inaccettabile che esistano ancora situazioni di discriminazione che vanno combattute a tutti i livelli, anche garantendo laddove la disparità è evidente l'accesso alle donne.

3) Quali misure per combattere la disoccupazione ed aiutare le famiglie non solo nel quotidiano?

Il Pd elaborerà un piano lavoro per la Campania, che ovviamente tradurrà a livello regionale i principi e le iniziative contenute nel job act che il Pd nazionale sta producendo. Occorre tempo per invertire il trend drammatico della disoccupazione. In primis cercheremo di mettere le imprese e la pubblica amministrazione in condizione di applicare turn over e promuovere nuove assunzioni ottenendo le massime agevolazioni in termini fiscali e di investimento. Questo è il primo macro-obiettivo, che poi espliciteremo in provvedimenti più specifici. Su questo il Pd campano gioca la partita dello sviluppo attraverso la ricerca e la bellezza. La grande sartorialità, l’agroalimentare, la tutela del patrimonio archeologico, monumentale e del paesaggio costiero e interno sono la missione su cui puntare ogni risorsa, ogni inventiva, ogni iniziativa di politica del futuro.

4)  Nella regione Campania che tipo di politica economica e sociale dovrebbe essere adottata per vincere la corruzione e per dare una svolta nel campo industriale commerciale e turistico sopratutto incentivando i piccoli comuni della costiera sorrentina ed amalfitana? 

Sicuramente una maggiore trasparenza nella gestione delle risorse pubbliche: stazione unica appaltante, razionalizzazione delle partecipate e sistemi di controllo periodico sono solo alcune delle misure che aiuterebbero a combattere la corruzione. Relativamente ai piccoli comuni ripeto sono una risorsa preziosa per la nostra regione. La Campania deve incentivare tutte quelle realtà che mirano alla loro valorizzazione, attraverso sgravi fiscali, concessione di finanziamenti per progetti di ampliamento e sviluppo, investendo su infrastrutture e trasporti che favoriscano la ricettività turistica.

Lascia una risposta