Sorrento festeggia i 100 anni di Michele Maresca O’ Cacciatore

0

Sorrento e la penisola sorrentina festeggiano i cento anni di Michele Maresca, Michele ‘O Cacciatore, circondato dall’affetto dei suoi a Priora ha spento le sue cento candeline.. Nato in Argentina a Buonos Aires, da due migranti, Fortunato e Rosa, chiamato alla armi durante la seconda guerra mondiale ha partecipato alla campagna d’ Africa, è conosciuto come O’ Cacciatore per un negozio di articoli sportivi che ha gestito per decenni al centro di Sorrento. Ieri la messa è stata celebrata da don Antonio Persico nella chiesa del Santo Rosario del Capo di Sorrento. Con lui a festeggiarlo la moglie Elvira, 68 anni di matrimonio ed i figli  Rosa, Maria Teresa, Carmela, Fortunato e Raffaele. Presenti anche il sindaco Giuseppe Cuomo e il vicesindaco Giuseppe Stinga, l’assessore Maria Teresa De Angelis, il consigliere Lorenzo Fiorentino,  l’assessore al Turismo di Massa Lubrense, Donato Iaccarino e parenti venuti dal Sud America e da tutto il mondo. Auguri anche da Positanonews Foto Gianfranco Capolupo

Sorrento e la penisola sorrentina festeggiano i cento anni di Michele Maresca, Michele ‘O Cacciatore, circondato dall'affetto dei suoi a Priora ha spento le sue cento candeline.. Nato in Argentina a Buonos Aires, da due migranti, Fortunato e Rosa, chiamato alla armi durante la seconda guerra mondiale ha partecipato alla campagna d' Africa, è conosciuto come O' Cacciatore per un negozio di articoli sportivi che ha gestito per decenni al centro di Sorrento. Ieri la messa è stata celebrata da don Antonio Persico nella chiesa del Santo Rosario del Capo di Sorrento. Con lui a festeggiarlo la moglie Elvira, 68 anni di matrimonio ed i figli  Rosa, Maria Teresa, Carmela, Fortunato e Raffaele. Presenti anche il sindaco Giuseppe Cuomo e il vicesindaco Giuseppe Stinga, l’assessore Maria Teresa De Angelis, il consigliere Lorenzo Fiorentino,  l’assessore al Turismo di Massa Lubrense, Donato Iaccarino e parenti venuti dal Sud America e da tutto il mondo. Auguri anche da Positanonews Foto Gianfranco Capolupo