Piano di Sorrento amministrazione Ruggiero nemica delle scuole dopo la Carlo Amalfi chiude anche la Peter Pan

0

Piano di Sorrento amministrazione Ruggiero nemica delle scuole dopo la Carlo Amalfi chiude anche la Peter Pan. A quanto pare il centro della Penisola sorrentina fa di tutto per eliminare scuole. La Carlo Amalfi ritenuta poco sicura in seguito al terremoto, chiusa senza tentare neanche un intervento per metterla in sicurezza, come normalmente si fa in questi casi, ma pensando solo al solito project financing con lo scopo di far entrare i privati, e da cinque anni è ferma così, ora un’altra eccellenza la scuola dell’infanzia Peter Pan è stata chiusa senza colpo ferire, a parte le giuste proteste dell’ex sindaco Luigi Iaccarino, che bene fa a combattere per il suo paese. I retroscena sono tanti, sembra che la Sagliocco abbia fatto il possibile ma sia stata lasciata sola dall’amministrazione, l’assessora Russo , delegata al settore, non sembra che si sia interessata più di tanto e la scuola è soppressa con la possibilità di accorparla ai Colli con quali disagi per le famiglie di Piano lo si può immaginare.. Intanto perdere le scuole per una Città è come perdere le proprie radici , ma anche il proprio futuro…

Piano di Sorrento amministrazione Ruggiero nemica delle scuole dopo la Carlo Amalfi chiude anche la Peter Pan. A quanto pare il centro della Penisola sorrentina fa di tutto per eliminare scuole. La Carlo Amalfi ritenuta poco sicura in seguito al terremoto, chiusa senza tentare neanche un intervento per metterla in sicurezza, come normalmente si fa in questi casi, ma pensando solo al solito project financing con lo scopo di far entrare i privati, e da cinque anni è ferma così, ora un'altra eccellenza la scuola dell'infanzia Peter Pan è stata chiusa senza colpo ferire, a parte le giuste proteste dell'ex sindaco Luigi Iaccarino, che bene fa a combattere per il suo paese. I retroscena sono tanti, sembra che la Sagliocco abbia fatto il possibile ma sia stata lasciata sola dall'amministrazione, l'assessora Russo , delegata al settore, non sembra che si sia interessata più di tanto e la scuola è soppressa con la possibilità di accorparla ai Colli con quali disagi per le famiglie di Piano lo si può immaginare.. Intanto perdere le scuole per una Città è come perdere le proprie radici , ma anche il proprio futuro…