POSITANO ELEZIONI PER IL PDL INCOGNITA CATENACCI

0

Il “pentolone” della politica locale è in piena ebollizione. A pochi mesi dalle elezioni per il rinnovo del Consiglio comunale, infatti, nella perla della Costiera Amalfitana sono in corso le grandi manovre per individuare i pretendenti alla carica di primo cittadino e formare le relative liste. I giochi, tuttavia, sembrano ancora aperti e nulla può essere dato per scontato. E, perciò, a questo punto, neppure la candidatura a primo cittadino di Corrado Catenacci, “investito” ufficialmente a fine ottobre dal vice coordinatore provinciale del Pdl, Antonio Iannone, può più ritenersi sicura. I bene informati, infatti, sostengono che nella “cittá verticale”, da un punto di vista politico, regni, in questo ultimo periodo parecchia confusione. A tal punto che non è nemmeno escluso che all’orizzonte possano formarsi future alleanze che, fino a qualche tempo, fa sembravano impossibili. Insomma, i lavori sono ancora in corso e le riunioni e gli incontri tra le diverse formazioni si susseguono a ritmo incessante e le novitá sono all’ordine del giorno. In questo bailamme di indiscrezioni, comunque, appare scontata, a meno di clamorosi colpi di scena, la conferma di buona parte della compagine che, in questi ultimi cinque anni, ha amministrato il paese, e che fa capo a Domenico Marrone. Che si porrá alla guida di una lista civica, ma di chiara ispirazione di centro sinistra. A tentare di sbarrargli la strada alla riconferma dovrebbe esserci l’ex prefetto di Salerno. Ma, mai come in questo caso, il condizionale è d’obbligo. Perché, almeno localmente, il centro destra un leader lo ha da tempo individuato in Michele De Lucia, ex coordinatore per la Costiera di An e capogruppo di opposizione. Insomma l’intromissione dei vertici provinciali sembra aver disturbato gli equilibri così delicati e le ultime lotte all’interno del Pdl salernitano non hanno certamente contribuito a fare chiarezza sulla scelta migliore da mettere in campo per tentare la scalata alla poltrona di primo cittadino di Positano. Dunque la situazione è in continua evoluzione e, giorno dopo giorno, cambiano gli scenari. In tutto questo bisognerá anche vedere che posizione assumeranno i componenti del gruppo di minoranza “Positano giovane e libera”, Giuseppe Fusco, Raffaele Guarracino e Pasquale Romano, che lo scorso anno si dissociarono dalla maggioranza per insanabili divergenze e che potrebbero giocare un ruolo determinante in questa competizione. Gaetano de Stefano