Vie del mare, niente corse bis per le feste

0

Sorrento. Si arena sulle secche delle formalità burocratiche il varo del piano di potenziamento delle vie del mare sulla rotta Napoli-Castellammare-Sorrento. L’iniziativa, annunciata per metà dicembre, dopo un incontro in Prefettura, potrebbe partire solo dopo l’Epifania, vanificando l’obiettivo di attenuare i problemi della mobilità e fare fronte alla chiusura della galleria Scrajo-Seiano sulla Statale Sorrentina nel periodo natalizio. La gara per 1,3 milioni indetta dalla Regione Campania, con procedura d’urgenza, per l’affidamento di quattro coppie di corse per il trasporto di veicoli e passeggeri tra Napoli e Sorrento e una coppia di corse da Castellammare a Sorrento per 90 giorni, con sconti previsti per i residenti, infatti, richiede i tempi tecnici obbligati per l’affidamento di appalti di servizi regolamentati da bandi a livello europeo. Con queste premesse, le offerte per l’affidamento del servizio di cabotaggio marittimo per il trasporto di linea di passeggeri e veicoli tra e per i porti di Napoli (Calata di Massa) Sorrento e Castellammare di Stabia, potranno essere presentate entro il 29 dicembre prossimo. Una circostanza che ha sollevato legittime perplessità tra gli amministratori comunali e gli operatori turistici della penisola sorrentina. «Il potenziamento delle vie del mare rappresenta l’unica vera e concreta alternativa nel centro cittadino a causa della chiusura della galleria di Seiano che condiziona il traffico dell’intera costiera – sottolinea il sindaco di Vico Equense, Gennaro Cinque -. Apprendiamo dell’attivazione del servizio nella prima decade di gennaio, rispetto a quanto previsto e concordato con la Regione per metà dicembre. Il rischio reale è di avere per Pasqua quanto ci era stato promesso per Natale». Le procedure burocratiche per l’espletamento del bando di gara, l’opportunità di potenziare le vie del mare era stata ipotizzata da mesi. «Ricordo che già a fine estate – aggiunge Gennaro Cinque -, tutti i soggetti e le amministrazioni interessate erano a conoscenza della prossima chiusura della galleria di Seiano. Assurdo non predisporre allora quanto è necessario per istruire la gara. Il potenziamento delle vie del mare andava realizzato a metà ottobre, in coincidenza con l’apertura del cantiere». Il Comune di Vico Equense è quello chiamato a sopportare lo sforzo maggiore sia sul piano organizzativo, sia per quanto riguarda la vivibilità dopo la chiusura della galleria: «Ci auguriamo che le altre istituzioni coinvolte – conclude Gennaro Cinque – ciascuna per le proprie competenze facciano il massimo per uscire da una situazione che rischia di diventare sempre più critica». Il ritardo nell’attivazione del servizio delude anche gli operatori turistici di Sorrento e dintorni: «Il potenziamento delle vie del mare – osserva il presidente di Federalberghi Campania, Costanzo Iaccarino – è l’unico rimedio efficace per attenuare gli effetti negativi sulla mobilità causati dagli ingorghi e migliorare i collegamenti con Napoli nei giorni delle festività natalizie. Ecco un’altra occasione perduta per sostenere in maniera adeguata gli sforzi degli imprenditori turistici di allungare la stagionalità ed attenuare le ripercussioni negative sui livelli occupazionali». Le condizioni dettate dal bando per il varo del servizio, sostenute dalla specificità dell’emergenza viabilità in conseguenza della chiusura della galleria Scrajo-Seiano della statale 145 Sorrentina, prevista fino al 30 marzo 2010, prevedono, peraltro, condizioni tariffarie molto contenute per l’utenza: il biglietto ordinario è fissato a 11 euro, ridotto per i residenti 4,60; per le autovetture (compreso il conducente) 20 euro ordinario, 15 per i residenti; motocicli (compreso conducente) 15 euro ordinario, 10 per i residenti; veicoli commerciali fino a 6 metri di lunghezza 25 euro, fino a 8 metri 35. (Antonino Siniscalchi – Il Mattino)

inserito da A. Cinque