L´inchiesta/ Boom di scambi di coppie. E si scopre che alle donne piacciono… le donne

0

Uomini sull’orlo di una crisi di nervi. Alle donne piacciono le donne. Boom di coppie scambiste, Lombardia in testa seguita da Lazio. Sicilia a sorpresa. Affaritaliani.it ha condotto un’indagine tra gusti (tanti) e costumi (pochi) degli italiani che lo fanno o al riparo tra le mura domestiche, oppure nei locali specializzati, dove la legge impone un’atmosfera culturale e il paravento dell’associazionismo.

ROMAOsservatori inerti e scambisti. E poi mariti che provano piacere nel vedere la moglie tra le braccia di un altro (cuckold). Ma sono le donne che cercano le altre donne, singole e soprattutto in coppia, l’ultima novità nel colorito sesso all’italiana. Affaritaliani ha condotto un’indagine tra gusti (tanti) e costumi (pochi) degli italiani che lo fanno o al riparo tra le mura domestiche, oppure nei locali specializzati, dove la legge impone un’atmosfera culturale e il paravento dell’associazionismo.

 

Partiamo dai siti. Morenasex.net. estasi.it e poi annunci69.it sino a luxurya.net è un fiorire di coppie che cercano una donna per inaugurare un menage a trois. Per gli uomini la prospettiva di essere sull’orlo di una crisi di nervi. Già, perché a dispetto delle cronache non sono i transex ad essere astri del sesso ma le lesbiche. Meglio ancora, donne che insoddisfatte degli uomini cercano quella comprensione che solo da una donna può venire. Almeno così dicono. “Ciao siamo una coppia irregolare – scrivono da Bergamo – lei curiosa bsx e lui etero. Lei ha 38 anni. Lui ha 28 anni. Lei è depilata e Lui no. Siamo puliti, educati, solari, alle prime esperienze, ma decisi e convinti, sportivi. Vorremmo essere contattati da una ragazza, una donna, una singola oppure una Lei bsx per iniziare Lei ai giochi fra donne”.

Che le donne amino le donne, lo giura Barbara Gendolf, pornostar per caso, a suo dire, ma con all’attivo una filmografia notevole, ispirata a remake classici: “Mi dispiace per i maschi ma ultimamente non sono un granché. Ormai pensano solamente a un fattore fisico mentre il sesso è ancora una cosa molto mentale. E le donne non sono contente. Trovo più passionale giocare con una donna che con un uomo”.

L’universo delle coppie aperte al “sesso condiviso” è un fenomeno che non conosce crisi. I club, cioè le associazioni culturali, risentono della congiuntura ma neanche tanto. La Federsex, l’associazione che riunisce 150 circoli, stima il mercato nazionale in 400 locali dove tutto può accadere. Ovvio che la parte del Leone la fa la Lombardia, regione “a tutto sesso”, in pole position per iscritti al web a luci rosse e in cima alla classifica dei locali. Solo Milano ne ha almeno una decina, alcuni storici. L’argento è per il Lazio chevenerdì ha festeggiato la riapertura del primo locale italiano per scambisti, la celeberrima Villa di Grottaferra, la cui chiusura per atti osceni decretò il primo ricorso civile e penale che permise di aggirare brillantemente gli articoli sugli “atti osceni in luogo pubblico”. Sempre a Roma un piccolo, caldo primato: la super sauna naturista di viale Regina Margherita dove cinque giorni a settimana le coppie entrano gratis e i singoli per vedere devono lasciare un foglio da cento euro. Dice il gestore che non vuole pubblicità perché oramai il locale è in overbooking: “Qui la domenica è una festa – e sorride – girano nudi almeno un centinaio di persone che si alternano tra sauna, bagno turco e idromassaggio”. E qui saffiche carezze, sguardi languidi e baci umidi. Penetrazioni all’idromassaggio e capezzoli turgidi per il vapore e peni sfiniti dall’attesa. Così è se vi pare.

Ma torniamo alle classifiche, perché la mappa dell’Italia che fa sesso invece di parlarne, riserva sorprese. Tolte Lombardia e Lazio, nella classifica dei 7439 iscritti che hanno l’annuncio con foto su Morenasex segue l’Emilia con 761 coppie, Toscana con 723 e il Piemonte con 490. Perla del sud la Campania con 492 coppie che hanno inserito foto di alta e media fantasia, seguita dalla Sicilia che tra fidanzati e matrimoni ha qualcosa come 337 inserzioni in cui signore insospettabili della Catania bene sono alla ricerca di tutto. “Ciao a tutte le coppie e le singole, siamo una coppia regolare – scrivono Ulisse e Caly proprio da Catania – lei ha 35 anni, è alta 1.75 e pesa 59 kg. Lui ha 46 anni, è alto 1.87 e pesa 90 kg. Siamo entrambi depilati. Siamo puliti, educati, riservati, discreti, carini. Vorremmo essere contattati da un cuckold (per avere la sua Lei), una Lei di coppia, una schiava”. E c’è chi in Sicilia si è persino divertito a stampare un libro sullo scambio di coppie.


Morenasex, l’animatrice del più grande sito italiano con accesso gratuito

Alla faccia della sincerità e dell’età, la ricerca dell’emozione dei corpi non ha confini. Chi pensa che si tratti del classico escamotage per dare nuovo vigore alla coppia, rimarrà deluso dagli annunci. Si parte dai vent’anni e si finisce verso i 60, con punte anche oltre. Ma per l’on line, vero catalizzatore del fenomeno, la crisi non aiuta: Dice Morena, 26 anni, genovese da brivido e animatrice di una bacheca che si è trasformata in una srl, dove lavorano dodici persone per filtrare e “normalizzare” foto e annunci: “Il sesso non vuole pensieri anche se abbiamo avuto un calo della pubblicità del 35 per cento. Nonostante questo siamo sempre i primi”. Già, perché in tempi di crisi, anche il sesso si fa furbo. La nuova moda è di catturare, scambiare, regalare indirizzi email e poi prendere contatto con msn, skype e derivati. È bastato mettere un annuncio “pilota” e in meno di 5 giorni sono comparse una trentina di coppie. Tutte verificate con la telecamera. Costo dell’operazione: zero euro.

Ora, quando uscite di casa osservate bene i vostri vicini: col volto artefatto con  Photoshop ci sono diverse possibilità che abbiano messo un annuncio su qualche sito. Se non sono loro, sono quelli del piano di sopra.

foto e testo tratto da affaritaliani.it         inserito da michele de lucia