LA COMPAGNIA TEATRALE DI MAURIZIO MEROLLA HA CONCLUSO IL PRIMO CICLO DELLO SPETTACOLO “FOLLIE DEL CAFE’ CHANTANT”.

0

COMUNICATO STAMPA

 

La Compagnia di Maurizio Merolla, ha concluso il primo ciclo dello spettacolo “Follie del cafe’ chantant”. Patrizia Pellegrino, già soubrette in altre “Riviste” con Merolla, si è fatta ancora apprezzare  in questo ciclo di rappresentazioni.

L’evento conduce gli spettatori nel periodo della “belle Epoque” in modo garbato, da un copione “frizzante, divertente e gradevole” firmato da Merolla e Cacace che narra, attraverso quadri scenici alternanti, in cui si passa dall’impeto della musica dal vivo,  generata dall’ orchestra “Gardenia Blu”di sei elementi, diretta dal maestro Giuseppe Mazzillo con circa quaranta brani, agli esilaranti siparietti comici, alla chiusura dei Tabatin e del passaggio artistico al nascente cinematografo. Tutto questo ed altro, che non manca di buon gusto, è nella scaletta dello spettacolo di Maurizio Merolla con  Patrizia Pellegrino. A loro è affiancato un cast di 11 attori e tra questi, le apprezzate voci del tenore Rocco Speranza e della cantante Sabrina Messina; il corpo di ballo “Coppe di Champagne” con lievi coreografie;  coppie di ballerini che danzano balli dell’epoca; la voce dell’E.I.A.R. Ente Nazionale Audizioni Radiofoniche che precedette la RAI, diffonde in platea le onde della radio nazionale.

La regia dello spettacolo, firmata da Maurizio Merolla, ha portato in scena: Patrizia Pellegrino, come una “Frufrù Florette, sensuale soubrette di rango e “femme fatale” dalle cadenze napoletane; un Maurizio Merolla, raffinato “fregoliano” elegante artista”, giovane erede dal varietà all’operetta, confermatosi anche all’estero, “autentica maschera” dell’eterna giovinezza della “Commedia dell’Arte; Assunta De Falco nei panni della consumata Sciantosa che regala momenti di puro divertimento; Roberto Corcione  che interpreta la debolezza dei potenti, sempre pronto ad inseguire le donne del Tabarin, ma senza successo. Completa il quadro artistico, la breve ma incisiva comparsa di Guglielmo del Giudice che ha calcato i palcoscenici con i più noti nomi della “Rivista”, da Totò a Trottolino.

 “Follie del Cafè Chantant” è un genere di spettacolo che non si vedeva da tempo. La coppia artistica Merolla-Pellegrino, è riuscita a portare in scena con gran successo al Teatro Troisi, questa “Rivista”che  nelle diverse rappresentazioni, ha registrato  richieste di “Bis”ed espressioni di “Bravi, Bravi” con lunghi e ripetuti applausi.

 

Alberto Del Grosso

Giornalista Fotoreporter

Accademico di Europa 2000

 

Grafica di Salvatore Scotti