POSITANO, ANTONIO PALUMBO COORDINATORE PDL. RISPUNTA L´IPOTESI MICHELE DE LUCIA

0

Lo scontro nel PDL a livello nazionale e locale, molto serrato a Salerno fra Edmondo Cirielli e Mara Carfagna, si riflette anche a livello locale e nei comuni al voto in Costiera amalfitana, quale Positano. Questa notte è stato nominato ufficialmente coordinatore del PDL Antonio Palumbo, mentre a livello provinciale il vicecoordinatore Iannone, che aveva avanzato la proposta di Corrado Catenacci, non si è presentato alla nomina dei coordinatori. Intanto Corrado Catenacci (che non ha rilasciato alcuna dichiarazione dopo il comunicato di Iannone, né ha accettato pubblicamente l’incarico, salvo dichiarare a positanonews la sua disponibilità “se il PDL lo volesse”, prima della dichiarazione di Iannone) a sorpresa ha vinto il sondaggio di positanonews, una vittoria non scontata vista la sorpresa e le reazioni negative registrate sul guest book e sui commenti ad una candidatura “non positanese”, anche se residente in città da un trentennio. Una vittoria, però, sul filo di lana,  per pochissimi voti, di fatto divisi a metà i votanti della testata della costa d’Amalfi e Sorrento fra chi non lo vuole assolutamente temendo di “diventare schiavi del partito” e chi invece ha messo in evidenza “l’estraneità agli interessi”. L’elettorato della rete dunque sembra desiderare una candidatura estranea ai grandi interessi che sono nel paese, si tratta del cosidetto “voto d’opinione” che in genere non riesce a ribaltare gli schieramenti in campo. Il voto di ieri sera a Salerno, intanto, ha visto prevalere la corrente legata al ministro Mara Carfagna (che incarna sostanzialmente Forza Italia) e di conseguenza la nomina a livello locale di Antonio Palumbo, ex coordinatore di Forza Italia, che aveva espresso la designazione maturata da tempo che non sarebbe stata messa in forse neanche dal successo alle provinciali di Francesco Fusco, altro consigliere di minoranza del gruppo di Amiamo Positano. Un lungo e travagliato percorso che si sta portando avanti da anni verso la candidatura a sindaco di Michele De Lucia: “La mia candidatura non è mai stata messa in forse – ci ha dichiarato più volte De Lucia – il PDL non si è ancora espresso ufficialmente e non potrebbe farlo finchè non avvengono le nomine dei coordinatori”. Ora le nomine sono ufficiali e il paese aspetta di sapere i nomi dei candidati ma anche, e soprattutto, i loro programmi per il paese che aspetta una politica più vicina alla gente e ai loro problemi. “La nostra scelta è partita da tempo ed è frutto di un percorso durato anni – dice Antonio Palumbo sentito dopo la conferma -, in coerenza con questo progetto di portare il PDL alla guida del paese abbiamo espresso la candidatura di Michele De Lucia ed è su quella che stiamo lavorando”
Michele Cinque