Automobilismo: annullato il 6° slalom Pimonte – Agerola

0

AGEROLA- E’ stato annullato nella mattinata di Sabato il “6° Slalom Pimonte – Agerola”, gara automobilistica in programma Domenica 29 Novembre 2009. La doccia gelata è arrivata intorno alle 13.00, quando il vicario del prefetto di Napoli in extremis non ha concesso l’autorizzazione per la chiusura della statale 366 Agerolina, causando l’annullamento dell’evento automobilistico. Questa notizia ha provocato grande delusione ed amarezza sia tra gli organizzatori sia tra i piloti, giunti sino al piccolo centro dei Monti Lattari da varie zone del Centro- Sud della penisola e addirittura tre dalla Sicilia. La manifestazione, già rimandata ad Ottobre a causa di motivi organizzativi, era stata programmata per questo fine settimana e tutto era ormai pronto per accogliere i numerosi partecipanti iscritti, quando inaspettatamente è arrivata questa decisione burocratica. Dispiaciutissimi gli organizzatori della Scuderia “AP Mount Racing”, che con ingenti sforzi e con la collaborazione del “Rombo Team Napoli”, erano riusciti ad allestire questa manifestazione, giunta ormai alla sesta edizione, che ogni qualvolta eseguita aveva sempre riscosso grandi risultati, sia come numero di partecipanti sia come numero di appassionati, numerosissimi in Campania, ma soprattutto nella “Piccola Svizzera Napoletana”. Infatti ci sono numerosi appassionati, essendo stata Agerola in passato già al centro di un’altra manifestazione automobilistica famigerata, l’indimenticata “Coppa Primavera”, famosissima cronoscalata disputatasi sino a 20 anni fa, che aveva come tracciato la strada Statale che collega i comuni di Conca dei Marini, Furore ed Agerola. Oltre agli organizzatori, ancor più rammaricati sono stati i piloti iscritti, ma soprattutto i tre drivers siciliani, che hanno affrontato una trasferta non semplice per poi assistere impotenti all’annullamento della gara. Questi tre piloti, Salvatore Scibilia, Domenico Gangemi e Davide Giorgianni potrebbero essere definiti i “vincitori morali” della gara, che animati da uno spirito encomiastico sono stati delusi dall’ennesima constatazione che il primo male del Sud è la superficialità burocratica, la quale nega senza motivo un evento che avrebbe certamente vivacizzato i centri di Agerola e Pimonte, una manifestazione che avrebbe fatto sì che venissero visitati i due paesi, in modo da incentivarne anche il Turismo. Al contrario le centinaia di appassionati hanno subito l’ennesima delusione causata dal frequente immobilismo meridionale di cui siamo tutti vittime.
(Angelo Acampora)