Napoli. Teatro "Il Primo". Una superba Maria Letizia Gorga ha ricordato Dalida.

0

Articolo di Maurizio Vitiello – Una stupenda Maria Letizia Gorga, brava nel canto e nei movimenti, ha fatto rivivere al Teatro “Il Primo” di Napoli la grande cantante Dalida.

Maria Letizia Gorga si è avvicinata alla diva Dalida, donna infelice ed artista coi fiocchi.
Lo spettacolo “Avec Le Temps, Dalida” è stato scritto e diretto da Pino Ammendola, in sala alla prima a raccogliere i consensi, tra cui quelli del giornalista Ernesto Filoso, dalla pittrice Maria Pia Daidone, del direttore-attore Arnolfo Petri e del pubblicista Antonio Mocciola.
La Gorga, con la sua voce calda e perfezionata e grazie ad una presenza scenica calibratissima, riesce a dare corpo e voce ad un momento teatrale, che ripercorre i rilievi umani e professionali di un’artista famosissima nel mondo francese, ma anche in Italia.
Canzoni, aneddoti, intimità, estroflesse con elevato gusto scenico, hanno convinto il pubblico.
Il 3 Maggio del 1987, nella sua casa di Montmartre, Dalida spezza la sua vita. 
L’inquietudine di Dalida e la memoria del suo canto sono state rese magistralmente da Maria Letizia Gorga, che riscuote sempre successo in giro per l’Italia con questo spettacolo. 
Ineccepibili sono stati i musicisti che l’hanno accompagnata, che motivano, da tempo, i momenti musicali. 
Bravissima la Gorga nel canto e nella recitazione; conquista, da subito, lo spazio scenico, inguainata in un abito nero, che sottolinea e sintetizza spostamenti, gesti e movenze.
Intensità, sensualità, passione sono rese in nome di Dalida, per non dimenticarla.
“Brava”, “Bravi” ha lanciato il pubblico; applausi scroscianti e sostenutissimi con richiesta di due bis alla fine della prima.
 

Maurizio Vitiello