PRIMO PARTO ALL´OSPEDALE DI CASTIGLIONE DI RAVELLO NEL GIORNO DI SANT´ANDREA

0

Costiera Amalfitana  Partorisce d’urgenza all’ospedale di Ravello dando alla luce una bimba di oltre due chili e novecento. E’ accaduto stamani, intorno alle 7.10, nel presidio della Costa d’Amalfi dove poco prima era giunta una giovane donna di Pontone ormai già in fase di travaglio e dilatazione.
  Una novitá per il nosocomio del comprensorio amalfitano, che non è attrezzato per assistere le partorienti non essendo dotato di sala parto. Ma il caso ha voluto che si dovesse fare fronte ad un emergenza, perché la neo mamma, Buriez Berengere, francese trapiantata per amore a Scala, al nono mese di gravidanza, è giunta al pronto soccorso poco dopo le 7,15 con forti dolori e pronta a partorire. L’équipe medica, composta da Alighiero Dell’Isola e Ivan Auricchio, con la collaborazione dello staff infermieristico, dopo aver constatato come non ci fosse tempo da perdere, è intervenuta. Così, dopo 15 minuti la struttura è stata “allietata” dai primi vagiti di Aurora, venuta al mondo in perfette condizioni e con un peso di circa 3 chilogrammi. • «Mia moglie – spiega il marito, Gregorio Apicella – ha improvvisamente avuto dolori lancinanti. Ci siamo messi in auto per raggiungere Avellino, dove avrebbe dovuto partorire, ma la situazione è presto diventata preoccupante. Perciò ho deciso di fermarmi al presidio ospedaliero e lì ho avuto tutta l’assistenza necessaria e, soprattutto, ho trovato tanta professionalitá». • Insomma, una storia che si è conclusa con il lieto fine che, però, qualora non fosse esistito l’ospedale d Ravello, probabilmente non avrebbe avuto un epilogo così gioioso. «E’ l’ennesima dimostrazione – evidenzia il presidente del Comitato pro sanitá, Franco Lanzieri – di come il nosocomio sia indispensabile sul nostro territorio». Gaetano de Stefano


Alla piccola Aurora gli auguri ed un tenero abbraccio.
 
 Michele Pappacoda