Napoli. Palazzo Serra di Cassano. Ernesto Paolozzi, "La bioetica. Per decidere della nostra vita."

0

Presentazione del volume di
Ernesto Paolozzi, La bioetica. Per decidere della nostra vita.
(Christian Marinotti edizioni, Milano, 2009). Venerdì, 20 novembre alle ore 17.00
presso l’Istituto Italiano per gli Studi filosofici, via Monte di Dio, Napoli.
Interverranno: Clementina Gily (Università Federico II), Raffaele Prodomo (Comitato regionale di bioetica), Giuseppe Reale (Oltre il Chiostro).
Sarà presente l’autore.

Scheda del volume:
Vita, morte, qualità della vita: sono i temi fondamentali di cui si occupa la moderna
bioetica fra filosofia, scienza, diritto e religione.
Dall’aborto all’eutanasia, dall’
inseminazione artificiale alla clonazione umana, dagli interventi sul genoma (patrimonio
genetico) ai trapianti di organi: i grandi temi, le grandi tragedie e le grandi gioie che
attraversano la nostra vita quotidiana e che, come il caso di Eluana Englaro ha
ampiamente dimostrato, invadono la scena politica provocando profondi conflitti morali,
divisioni fra credenti e non credenti, laici e cattolici.
Questo volume affronta tali questioni da un punto di vista culturale ed epistemologico
senza ricorrere al linguaggio specialistico e tecnicistico che ha disumanizzato, negli
ultimi anni, la ricerca bioetica.
I temi vengono analizzati con spirito tollerante, rispettoso delle tante posizioni in campo, tenendo sempre presente la centralità dell’uomo.
L’intenzione dell’autore è quella di ricondurre la bioetica allo spirito originale del suo
fondatore, V. R. Potter, che la considerava, come oggi il grande pensatore francese Edgar Morin, un “ponte verso il futuro” ossia la disciplina che ha al centro del proprio
interesse il destino del pianeta terra, di tutta la biosfera.
Il volume è corredato da una interessante antologia di scritti sulla bioetica, ivi compresi
alcuni documenti ufficiali della Chiesa cattolica, e da una bibliografia utile al lettore che
voglia approfondire le tematiche fondamentali della disciplina.
 
L’autore:
Ernesto Paolozzi insegna Storia della Filosofia contemporanea a Napoli, presso la
Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università Suor Orsola Benincasa.
Ha diretto la Fondazione “Luigi Einaudi” di Roma.
Collabora a riviste e giornali, e all’edizione napoletana del quotidiano “la Repubblica”.
Fra i vari volumi, ha pubblicato Vicende dell’estetica (Loffredo 1989), Il liberalismo come metodo (Fondazione Einaudi 1995),
La rivoluzione ingenerosa (Guida, 1996), L’estetica di Benedetto Croce (Guida 2002),
Il partito democratico e l’orizzonte della complessità (Guida 2007).
 
Segnalazione di Maurizio Vitiello