VITTORIA NON DIFFICILE PER LA MSC CROCIERE

0

PALLAVOLO – SERIE B2/MASCHILE – GIRONE G – 5^ GIORNATA
 
VITTORIA NON DIFFICILE PER LA MSC CROCIERE
Il Taipora Pescara resiste solo all’inizio dei tre set
 
MSC CROCIERE SORRENTO – TAIPORA PESCARA        3 – 0
(25-15 / 25-17 / 25-18)
 
MSC CROCIERE: Gambardella 6,5, Scialò 6, Lione 6, Esposito N 6, Miccio 6,5, Rosati 6, Malinconico 6; Lauro 6; Esposito R (ne), Leone (ne), Longobardi (ne), Amura (ne), Amitrano (ne).
1° Allen: Russo Luigi,   2° Allen: Russo Paolo
TAIPORA PESCARA: Chiesa 5,5, De Benedectis 5,5, De Iulis 5,5, Di Criscio5,5, Grasso 5,5, Di Leo 5,5, Mongia 5,5; Mancini 5,5, Tundo 5,5; Pasqualini (ne), Urbanella (ne).
1° Allen: D’Arelli Andrea
1° ARBITRO: Vecchione Rosario (SA),   2° ARBITRO: Stingone Vincenzo (AV)
NOTE: serata umida, parquet buono, spettatori 150 circa
 
SORRENTO – Non ci è voluto molto per mettere nel carniere tre punti molto importanti alla MSC Crociere per restare in corsa per le zone alte della classifica. Con la vittoria odierna anche se la classifica è corta gli uomini di mister Russo Luigi si sono portati al quarto posto in condominio con il Monterotondo. A cinque punti dalla vetta che è capeggiata dall’Allianz Gaeta con 15, dietro a 13 c’è il Montorio al Vomano e ad 11 la Libertas Genzano.
Non ci è voluto molto per capire che la Taipora, penultima in classifica ad un punto, non avrebbe opposto una grande resistenza. Ma gli adriatici specie all’inizio dei tre set si sono rivelati ostici ribattendo palla su palla e mettendo anche a segno dei buoni ed efficaci punti. Quello che li ha resi vulnerabili è stata la ricezione difensiva che ha lasciato molto a desiderare. Soprattutto quando non si riuscivano ad arginare le volè incrociate degli schiacciatori di turno dei sorrentini. I quali imboccata la strada giusta mettevano a segno delle precise palle. I pescaresi si lasciavano sorprendere anche in fallo di alzata varie volte per cui gli arbitri non potevano fare altro che dare il punto agli avversari. Così durante i tre set molti punti su questi falli davano un ulteriore vantaggio ai croceristi che non dovevano faticare più di tanto. Solo nel terzo set ed ultimo, si lasciavano un po’ andare restando in dormiveglia e deconcentrati tant’è che la Taipora ne approfittava per avvantaggiarsi di qualche punto. Ma questo non serviva a nulla, anche se il muro era efficace, perchè cadeva sulle battute lunghe e tese degli avversari che ancora una volta penetravano benissimo nella difesa. L’arma vincente dei costieri era la cinicità offerta dal gruppo ma anche da qualche singolo, come Lione, lasciato in panchina nel terzo set, Scialò, Rosati e Miccio. E proprio dall’alzatore  in qualche caso sono arrivate palle che hanno dato punti importanti. Infatti egli nella posizione centrale è riuscito a mettere alle spalle degli avversari delle ottime sfere a palombella.
Ma va lodato tutto il gruppo perché non si lasciato andare come in altri casi, quando al terzo set si smarriva. E questo perché “non abbiamo mollato e stiamo trovando la strada giusta”. Così si è espresso il capitano biancoblù Gambardella il quale ha sottolineato che “è stata una partita abbastanza facile”. Anche perché “siamo riusciti a non subire il loro gioco e ad esprimerci con un ritmo alto”.
Un ritmo che ora lo si vuole vedere anche fuori casa dove qualcosa ancora non và. Perciò “ora le partite sono più impegnative fuori casa ma stiamo crescendo e lo dobbiamo continuare  a farlo”.
Sabato prossimo si va a Genzano contro la Libertas che è terza, sarà la partita della giornata.
GIUSEPPE SPASIANO

Lascia una risposta