POSITANO – PER AVERE UNA CASA, MANDIAMOLI A CASA

0

Riceviamo e pubblichiamo…..

I cittadini e la loro casa: le scelte scellerate della sinistra fra Regione Campania e Amministrazione di Positano

 

Il nostro territorio è ormai oppresso dall’inconcludente e dannosa politica della Sinistra. L’amministrazione regionale e quella del nostro paese, entrambe improntate a logiche di estrema sinistra, rendono vani tutti gli sforzi del Presidente Berlusconi tesi a sollevare la nostra economia e a risolvere il problema della casa.

E’ cronaca di questi giorni l’ennesima fumata nera in Consiglio regionale sul piano casa, cioè sulla legge, altrove già approvata, che dovrebbe regolamentare anche in Campania l’ampliamento del patrimonio immobiliare abitativo.

Abituati al malgoverno del centrosinistra, questa non sarebbe una notizia se non fosse per le modalità con cui è maturata: la sparuta pattuglia di consiglieri di “Sinistra e Libertà” sta lottando perché il piano casa abbia un ambito di applicazione più ristretto rispetto a quello ipotizzato dal testo licenziato dalla commissione urbanistica. Questo significa che, ancora una volta, il territorio di Positano sarà fortemente penalizzato.

E il Sindaco di Positano come la pensa a proposito? Semplice, egli è il referente locale di “Sinistra e Libertà” e con questo partito si è candidato, alle passate elezioni provinciali.

E su indicazione del partito – forse risentito dello scarsissimo riscontro elettorale – ha cominciato ad organizzarsi (Determina n.39 del 12.10.2009) per gli abbattimenti e l’acquisizione degli immobili oggetto di condono al patrimonio comunale.

Sono esposti tutti coloro che hanno realizzato opere dopo il 1994! Difatti, è ferma intenzione del Sindaco Marrone e della Sinistra in Regione Campania, rendere definitivamente nullo il Condono Berlusconi 2003 e il suo Piano Casa.

Sembrerebbe un paradosso ma è la realtà: PER AVERE UNA CASA, MANDIAMOLI A CASA.

                                                                                    

 PDL – Positano