Auto sprofonda in una buca causata dalla pioggia, traffico in tilt

0

Vico Equense – Traffico in tilt nella zona alta della città per circa un’ora. È accaduto l’altro ieri sera in via Raffaele Bosco, quando una Fiat Panda, presso la frazione di Bonea, è sprofondata in una buca provocata dalla pioggia nel manto stradale. L’auto bloccata ha creato intralcio alla circolazione, generando una paralisi a cui ha posto rimedio il tempestivo intervento della polizia municipale. I vigili urbani hanno subito provveduto alla rimozione della vettura mentre gli operai del Comune si sono occupati di rendere la strada nuovamente percorribile. «Può accadere che la pioggia incessante, come quella di questi ultimi giorni, – spiega Ferdinando De Martino, comandante della polizia municipale – crei simili problemi sul territorio. Noi cerchiamo sempre di intervenire in maniera rapida per contenere il disagio e risolvere la situazione. Però, monitorare un territorio vasto come quello di Vico Equense, in un periodo in cui il flusso dei veicoli che attraversano il centro è aumentato notevolmente a causa della chiusura della galleria, non è facile. Domani (oggi ndr) entreranno in servizio altre sette unità da destinare alla viabilità, come previsto dal piano traffico stabilito nel corso delle ultime riunioni in Prefettura. Si tratta di vigili che verranno utilizzati esclusivamente al fine di mitigare l’impatto che la chiusura della galleria di Seiano ha sulla mobilità ma il loro ingresso sarà un sollievo in quanto mi permetterà di usufruire delle unità attualmente impegnate in centro per altre problematiche». Il dispositivo di traffico messo in atto il giorno in cui è stato chiuso il tunnel consiste in: due pattuglie in zona Castellammare di Stabia (Pozzano, Bikini), cinque pattuglie a Vico Equense centro, una pattuglia a Seiano, per un totale di otto pattuglie, ossia sedici unità. La forza necessaria al piano è stata reperita da polizia municipale di Castellammare di Stabia, Vico Equense, Meta, Piano di Sorrento, Sant’Agnello, Sorrento, Massa Lubrense. A questa, si è, da poco, aggiunto il contributo fornito dalla protezione civile di Castallammare di Stabia, nel numero di sei unità giornaliere. (Ilenia De Rosa il Giornale di Napoli)

 
inserito da A. Cinque