Galleria di Seiano, interrogazione del Sen. Lauro

0

Giovedi 19 novembre 2009, ore 16.00, nell’Aula del Senato, il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasposti Altero Matteoli risponderà all’interrogazione del Sen. Raffaele Lauro sulla Galleria di Seiano datata 14 luglio 2009. “Premesso che i lavori di costruzione – scrive Lauro – della variante alla strada statale 145 tra il chilometro 11,600 ed il chilometro 14, per la realizzazione degli impianti tecnologici e di sicurezza e conseguente chiusura della galleria “Seiano”, nel comune di Vico Equense (Napoli), stanno creando gravissime preoccupazioni nella cittadinanza, negli amministratori locali e in tutti gli operatori economici della penisola sorrentina, che è uno dei comparti turistici più importanti e qualificati del Paese, si chiede di sapere, eventualmente all’esito di una riunione con tutti i soggetti istituzionali, territoriali ed economici interessati (e, naturalmente, la Prefettura di Napoli, i Sindaci della penisola sorrentina ed i rappresentanti delle categorie economiche), nonché con i vertici dell’ANAS: se siano state eseguite tutte le opere, la cui realizzazione era stata programmata durante la prima chiusura, già avvenuta, della galleria (gennaio-marzo 2009), che hanno provocato danni economici al territorio; se sia possibile rivedere parzialmente le prossime date di chiusura della galleria, previste nel 2009-2010 e 2010-2011 (dal 15 ottobre 2009 al 15 aprile 2010 e dal 15 ottobre 2010 al 15 aprile 2011), in quanto troppo estese e in grado di arrecare ancor più gravi, forse irreparabili, danni economici e di immagine all’intero comparto turistico-commerciale, considerando che i tempi di percorrenza media da Napoli a Sorrento sfiorano le tre ore. La revisione parziale delle date di chiusura dovrebbe tenere conto dei seguenti suggerimenti: la chiusura al 15 ottobre del 2010 e del 2011 è da considerarsi prematura, perché i grandi operatori turistici concludono i loro programmi alla fine del mese di ottobre; inoltre, la Pasqua del 2010 ricade il 4 aprile 2010 e, per l’economia locale, i periodi natalizi e pasquali sono da salvaguardare, perché essenziali ai bilanci delle aziende; se si ritenga necessario che sia assicurata certezza circa il rispetto dei tempi di esecuzione, senza ulteriori proroghe; se sia praticabile l’istituzione di un “nucleo di controllo dei lavori in corso di esecuzione”, a carattere indipendente, che garantisca le amministrazioni locali e gli operatori economici sull’andamento dei lavori e sulla conclusione degli stessi, anche, se necessario, attraverso l’adozione di tre turni di lavoro o di ogni altra iniziativa, finalizzata alla velocizzazione dei lavori; se non sia più opportuno il potenziamento, di intesa con la Regione Campania, delle vie del mare.” (vicoequenseonline)
inserito da A. Cinque

 

Lascia una risposta