"Comunicare si può". Tavola rotonda a Minori in costiera amalfitana

0

Si svolgerà sabato 14 novembre, alle ore 16,30 presso l’aula consiliare del Comuni di Minori, la tavola rotonda dal titolo “Comunicare si può”.
Al centro del dibattito il rapporto tra comunicazione e pubblica amministrazione, partendo da alcuni esempi positivi come quello del comune di Vietri sul mare in costiera amalfitana dove è attivo un ufficio stampa. La sinergia tra comunicazione e territorio sarà, dunque, oggetto di discussione e approfondimento con ospiti che porteranno testimonianza dell’importanza di questa intensa forma di collaborazione.

Alla tavola rotonda parteciperanno Andrea Reale, sindaco di Minori, Raffaele Ferraioli, sindaco di Furore, Mario Pagano, presidente del consiglio comunale di Vietri, Antonio Di Giovanni, presidente dell’associazione giornalisti Cava – Costa d’ Amalfi “Lucio Barone”, Mario Amodio, corrispondente de “Il Mattino”, Alfonso Bottone direttore editoriale della testata  “Ecomagazine” e Tommaso Manzi, assessore alla comunicazione del Comune di Minori. Modererà il dibattito il giornalista Emiliano Amato.

Il presidente dell’associazione giornalisti Cava – Costa d’Amalfi “Lucio Barone”, Antonio Di Giovanni, coorganizzatore dell’evento insieme all’amministrazione comunale di Minori, ha dichiarato: “La tavola rotonda di Minori è un ulteriore passo nella ricerca di una sinergia , se questa è possible ,con le realtà Amministrative del territorio .Non dobbiamo e non possiamo abiurare al ruolo che compete a noi giornalisti, ma possiamo cercare di aumentare , con il confronto, la capacità di comunicare .I giornalisti della nostra Associazione hanno professionalià e capacità di grandissimo livello e non vedo il perchè queste professionalità non possano essere integrate da parte delle Amministrazioni o da Enti sovracomunali”

Comunicato stampa
Discussione sulla comunicazione “Comunicare si può” alla sala consiliare del >palazzo municipale di Minori, organizzato dall’amministrazione retta da Andrea >Reale. Al tavolo dei relatori il sindaco di Minori, quello di Furore Raffaele >Ferraioli, l’assessore al ramo del Comune di Vietri sul mare,Pagano, il >presidente dell’associazione dei giornalisti di Cava dei Tirreni e costa >d’Amalfi, i giornalisti Mario Amodio corrispondente de Il Mattino e >responsabile de Il Foglio di Amalfi ed Alfonso Bottone, responsabile della >testata periodica Ecomagazine. Discussione moderata da Emiliano Amato de >Il >Vescovado di Ravello. Parterre con il sindaco di Ravello, Paolo Imperato, >quello di Tramonti, Antonio Giordano, con Giovanni Torre consigliere comunale >di opposizione di Amalfi e membro della segreteria dell’assessore provinciale >Antonio Iannoine, con Eugenia Apicella del centro europeo di cultura di >Ravello, con Vincenzo del Pizzo, responsabile del settore farmacia dell’ASL , >l’assessore del Comune ospitante Mario Lembo e di un nutrito gruppo di >cittadini interessati. Si notava, non è dato sapere per quali motivi, l’assenza >di Luigi de Stefano e di Sigismondo Nastri, considerati decani della >comunicazione della costa amalfitana e del corrispondente de La Città, Gaetano >de Stefano  nonchè di Michele Cinque, >responsabile della testata Positano >News e corrispondente del corriere del mezzogiorno. > >Pagano ha illustrato il progetto del Comune di Vietri sul mare riguardo, >appunto, il settore della comunicazione e l’istituzione dell’ufficio stampa >comunale, perchè- ha detto- il cittadino deve essere messo a conoiscenza di >tutti gli atti che il Comune mette in essere e dei progetti che intende >portare a compimento. La trasparenza deve essere pane quotidiano. Mentre >nell’intervento di Raffaele Ferraioli, a parte la competenza data dalla lunga >militanza, si è notata una certa vena polemica, giustificata, forse, >dall’accanimento mediatico di cui è stato oggetto il politico furorese nel >corso degli anni. Concreti contributi sul ruolo della stampa, anche quella >locale, nell’informazione quotidiana, sono stati portati dagli altri relatori >che hanno ribadito, vedi Amodio, anche la necessità, spesso, della critica e >del suggerimento > >da parte degli organi di informazione riguardo a certi provvedimenti delle >istituzioni o ad alcuni accadimenti che coinvolgono un considerevole numero di >persone. > >E’ venuto anche il suggerimento da parte di Ferraioli dell’eventuaità >dell’sistituzioine di un ufficio stampa generale per tutti i Comuni della costa >amalfitana.  Gaspare apicella
Nota: l’iniziativa è meritevole giusta è la riflessione di Apicella, si sarebbero dovuti invitare a relazionare anche in primis giornalisti “storici” e gli altri professionisti fra cui il sottoscritto, come direttore della testata piu vista della costiera amalfitana, ma anche corrispondente del Corriere del mezzogiorno, metropolis, La Stampa e L’espresso, e la collega Maria Rosaria Sannino (fra l’altro principale parte in causa per la vicenda Ferraioli) direttrice di E Costiera e corrispondente di Repubblica e di tante altre testate, ma anche lo stesso Apicella che da anni segue la sua cittadina con grande passione. Purtuttavia è encomiabile l’iniziativa del Comune di Minori, nel pomeriggio ci ha chiamato anche il sindaco Reale, per cercare di puntare alla comunicazione