SORRENTO, PER LE ELEZIONI A SINDACO SALGONO LE QUOTAZIONI DI STINGA MASTELLONE SUCCESSO PER IL TEST ANTI DROGA

0

Ancora magmatica la situazione politica per la corsa a sindaco di Sorrento, anche se al voto in penisola sorrentina ci sarà anche Massa Lubrense, l’attenzione è concentrata tutta sulla capitale morale ed economica del territorio. Molti i siti ed i blog che parlano di elezioni, positanonews – che è l’unico quotidiano online della penisola sorrentina – ha cercato di raccogliere gli interventi più interessanti, anche se ad animare il web ci ha pensato Gaetano Mastellone, super dinamico (facebook, siti et), ma cominciamo dal blog “politica in penisola sorrentina” (caso curioso un blog anonimo risulta il più informato di tutti sui nomi…) che fotografa forse meglio di tutti la situazione nella Città delle Sirene. Il Sen. Raffaele Lauro, alle prese con le delicate questioni che in questi giorni lo proiettano sulla stampa nazionale per rendere obbligatorio i test antidroga per i politici di ogni ordine e grado e per scongiurare la nascita di casinò in ogni angolo del Belpaese secondo il progetto della Ministra Michela Brambilla (PDL), ha lasciato campo libero al partito sorrentino alle prese con la definizione delle alleanze e la messa a punto delle liste per le comunali.
Sono Giuseppe Stinga, il coordinatore del PDL locale, e l’ex candidata alla Provincia Rosellina Russo a condurre le trattative, circostanza che fa storcere più di una bocca in casa del PDL.
In effetti nel PDL il caso-Cosentino ha bloccato per il momento la nomina dei coordinatori territoriali del partito e quindi anche la prevista designazione del Sen. Lauro è slittata, almeno per il momento.
Si è creato un vero e proprio empasse politico-amministrativo che ha indotto Lauro a tirarsi fuori dalla mischia in un momento così delicato lasciando al suo braccio destro il compito di giocare la partita, cercando di mantenere un profilo basso in attesa di novità napoletane. Nel PDL permangono le fratture e si prospetta sempre di più una scelta del candidato sindaco su indicazione della Direzione Provinciale, bypassando il territorio. In questo caso prevarrebbe l’indicazione dello stesso Stinga che potrebbe presentarsi alla testa di una coalizione di almeno due liste, la seconda facente capo a Gaetano Mastellone, dirigente del PDL ma soprattutto animatore di una vivace comunità socio-culturale che sta prendendo forma e consistenza. La situazione non raccoglie, è ovvio, consensi unanimi e cresce la fibrillazione per la decisione su chi sarà il futuro candidato sindaco. Giuseppe Cuomo resta ancora il favorito nel segno della continuità, mentre è l’assessore e vicesindaco Rosario Fiorentino a poter vantare una forte coalizione civica a suo sostegno in grado di promuoverlo al ballottaggio.
Dal canto suo Pietro Sagristani, leader dell’UDC, sta seguendo molto attentamente gli sviluppi della partita riservandosi una decisione sulla sua discesa in campo anche nella prospettiva che possa servire a unificare le diverse anime del centro-destra sorrentino. Una soluzione che certamente premierebbe l’attivismo politico del consigliere provinciale che anche sul fronte di Massa Lubrense sta lavorando intensamente per mettere in campo una squadra competitiva.
Il centro-sinistra potrebbe optare invece per la candidatura di Maurizio Schiazzano, architetto, che però allo stato non sembra avere chance di successo. In effetti la frammentazione del quadro politico rischia di provocare molte delusioni all’atto di chiudere il cerchio. Sul fronte delle elezioni regionali si è invece registrata la quasi certa candidatura nel centro-destra dell’ex consigliere e leader del “Ponte” Mariano Pontecorvo, che nei giorni scorsi ha organizzato un’importante kermesse politica all’Hotel Vittoria a Sorrento. Questa è l’interessante analisi del Blog “politica in penisola sorrentina”, ma chi ha veramente animato la scena mediatica in queste settimane è stato Gaetano Mastellone, indubbio il successo per la sua proposta sul test anti droga ai politici. In questa sede non diciamo che siamo d’accordo o meno, che la sua proposta sia stata o meno una buona idea, il nostro parametro sono i riscontri sui media e Mastellone li ha avuti con decine di commenti su facebook. Ecco la sua proposta

Chi sono i politici?

Sono persone come noi, “cittadini” che siedono sulle poltrone della politica (spesso per troppo tempo e senza meriti) per amministrare bene il paese o la nazione.

Anch’essi debbono rispettare le “regole”: questo è chiaro e dovrebbe essere un fatto normale, forse anche inutile ricordarlo!

Il Senatore Raffaele Lauro qualche giorno fa ha proposto che “tutti” i politici (nazionali, regionali, provinciali, comunali) facciano il test anti droga; giusto, lo condivido.

Lui stesso lo farà lunedì 9 novembre seguendo altri parlamentari che già si sono sottoposti alla “prova”.

Attraverso Facebook propongo al Sindaco della “mia città” – Sorrento – di fare da apripista: faccia lui stesso e faccia fare a tutti gli Assessori e Consiglieri comunali il “test”.

Sarebbe una bella iniziativa!

Non scrivo una lettera diretta solo perchè so bene che “legge” i miei scritti attraverso le tante persone che gli fanno la “rassegna stampa o Facebook”.

Vedremo cosa accadrà!

Gaetano Mastellone – Presidente di Sorrento Nuova Associazione

Sempre Mastellone sui social network domenica elogia (ma non lo fa sempre, basti pensare alle critiche sul campo di calcio di Sorrento e sui resti archeologici di Piazza Veniero) sindaco e vicesindaco

SINDACO MARCO FIORENTINO. Stamani  ho letto sulla stampa la dichiarazione fatta dal sindaco circa la querelle con i tassisti sorrentini. Bravo. Bene ha fatto a replicare con decisione ed a richiamare il rispetto delle regole dettate dal Comune ed a richiamare la trasparenza. Bene ha fatto  ad allertare la polizia municipale. Il “nuovo modo di fare turismo” oltre alla richiamata “qualità” deve passare anche per il rispetto del turista e delle regole. Per quanto concerne la protesta della categoria dei tassisti sulle “navette” degli hotels & ristoranti  il suggerimento è quello di mediare fra le categorie tenendo però ben presente le “esigenze dei signori Clienti”.

VICE SINDACO ROSARIO FIORENTINO. Stamani ho letto anche del “Progetto Aiuto al giudice di Pace” portato avanti dal vice sindaco. Bene, allorquando il politico pro tempore, gestore della vita cittadina, interviene concretamente è da applaudire: lo faccio. L’aiuto dei giovani alle attività di organizzazione e supporto alla segreteria del tribunale sorrentino è positiva ed è una bella idea. Come azione “tampone” va benissimo, ma ovviamente ci auguriamo che si possa definitivamente risolvere il problema.

Mastellone ha un buon riscontro da internet, basti pensare ai voti che ha ricevuto anche nel nostro sondaggio (coaptato a forza visto che non voleva esserci, ma positanonews ha seguito le indicazioni della rete), sondaggio che ha visto prevalere Alessandro Schisano e Rosario Fiorentino, ma ha visto pure buoni riscontri di Sagristani e meno di Stinga e Cuomo (teniamo presente che non tutti si interessano a partecipare ai sondaggi e che questi non sono rivolti solo al pubblico di Sorrento).

Insomma la battaglia è aperta, ma la battaglia è tutta interna al centro-destra, mentre il centro-sinistra, a quanto pare, sta solo a guardare.