Sorrento: Frodi alimentari in bar, pasticcerie, alberghi, denunciati in 15, sequestrati 3 quintali di prodotti.

0

Sorrento: Controlli alimentari, denunciate 15 persone.

di Vincenzo Maresca.

Sorrento. Trasporti alimentari, ristoranti, bar ed alberghi nel mirino dei militari dell’Arma che in una operazione a tappeto effettuata con il personale sanitario dell’Asl Na 3sud hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Torre Annunziata ben 15 persone, sequestrando cibi avariati per circa 3 quintali ed elevando sanzioni amministrative per 12mila euro. Sul taccuino degli investigatori sono finiti un bar, una trattoria ed un ristorante di Sorrento, un albergo di Piano di Sorrento, una pasticceria, un caseificio ed un ristorante di Massa Lubrense, due industrie di produzione casearia di Vico Equense. Le operazioni sono state condotte dalla stazione dei carabinieri di Massa Lubrense diretta dal maresciallo Giacomo Sammartano e dal nucleo operativo radiomobile diretto dal luogotenente Camillo Bernardo, tutti coordinati dal capitano Massimo De Bari della compagnia dell’Arma di Sorrento. Nel contesto dei sopralluoghi effettuati presso le aziende i carabinieri hanno denunciato due 57enni di Sorrento, una 73enne di Meta di Sorrento, un 44enne di Sant’Agnello, un 51enne, una 46enne ed un 33enne di Massa Lubrense, tutti titolari o responsabili delle attività ristoratrici oggetto delle verifiche sanitarie. Riscontrata l’assenza nelle cucine dei ristoranti dei dispositivi previsti a tutela dell’igiene e l’irregolare tenuta dei contenitori destinati alla raccolta dei rifiuti di natura differenziata. In un noto albergo di Piano di Sorrento, invece, i carabinieri hanno accertato in occasione della festa di Halloween l’organizzazione di servizi di catering, feste danzanti e somministrazione di bevande superalcoliche in assenza delle previste autorizzazioni rilasciate dagli enti di competenza. Carenze strutturali sono state riscontrate negli stessi immobili adibiti ad attività commerciali presso un bar-pasticceria ed una azienda di prodotti caseari e latticini di Massa Lubrense. In un ristorante-pizzeria sempre di Massa Lubrense i carabinieri hanno sospeso l’utilizzo di una cella frigorifero che in assenza delle autorizzazioni sanitarie era destinata a custodire mozzarelle, salumi ed altro. Intercettati invece dal nucleo radiomobile tra la statale 145 sorrentina e le strade della costiera una serie di furgoni adibiti al trasporto di prodotti alimentari, latticini, pane, provenienti da Vico Equense, Sant’Antonio Abate, Massa Lubrense, Casoria, Sorrento, con il conseguente sequestro di mezzo quintale di pane destinato alla vendita e trasportato non imbustato ed in cattivo stato di conservazione, oltre a circa due quintali di prodotti caseari, latticini, mozzarelle, formaggi vari, ricotte di fresca produzione sprovvisti di etichettatura ed altre indicazioni utili ai fini della rintracciabilità. Denunciati nell’occasione un 29enne, un 45enne, un 28enne di Vico Equense, un 37enne di Sant’Antonio Abate, un 43enne di Castellammare di Stabia, un 37enne di Massa Lubrense, un 39enne di Casoria, un 70enne di Sorrento.

 

 

 

 

 

Lascia una risposta