POSITANO, IN VISTA DEL VOTO DEL 2010. E´ ORA DI CAMBIARE MENTALITA´.

0

Positano costiera amalfitana si avvicina al voto del 2010.

E’ ora di voltare pagina.

Una profonda esigenza al cambiamento si percepisce da tempo. Ormai, specie dopo i recenti trascorsi politici, la sensazione di avere toccato il fondo è palese. In particolar modo nella Regione Campania siamo tutti spettatori e vittime, il più delle volte di un sistema clientelare che sembra quasi ormai essere assurto quale unico modello possibile e perentorio passaggio obbligato. Si finisce per essere vittime di tutto questo e acconsenzienti pedine del gioco. Sì, perché se resti a guardare io credo che diventi anche tu parte di quest’ingranaggio complesso e vergognoso qual è la macchina della corruzione e del malaffare, risucchiati in discesa ripida verso il fondo, che non sempre prevede poi una possibilità di risalita!

Le recenti elezioni del Pd hanno rappresentato un possibile esempio di democrazia. Modello che potrebbe essere adottato anche prima di un’elezione comunale, con il popolo che direttamente segnali una probabile lista di candidati. La stessa vittoria di Bersani conferma però uno stato di stasi nello scenario politico, in cui si propongono e ripropongono i soliti noti, quindi non è cambiato nulla!

Sostegno che il cambiamento andrebbe concepito innanzitutto in casa propria, partendo dalle nostre origini, dalla nostra realtà ed immagino una radicale trasformazione innanzitutto nella sfera politica e poi rafforzando e riqualificando il turismo culturale in Italia. E pensare che potrebbe vivere, e vivere molto bene, anche solo di turismo!

Positano sulla costa d’Amalfi tanto ha già investito nel settore culturale, ma tanto si può ancora realizzare, dirottando questa realtà tra i più alti punti di riferimento per un turismo di altissima qualità. Gli ultimi trascorsi, quali l’apertura al pubblico della cripta medievale ed il museo del viaggio, vanno proprio in tale direzione, l’errore sarebbe però il non mantenere alto il livello culturale in termini di proposte artistiche.

Sogno di vedere Positano esempio e traino, quale punto di riferimento, tra i più annoverati luoghi di vacanza in Italia, non solo per ciò che di suggestivo la natura ci abbia già regalato, ma anche per ciò che la cultura, l’arte ed il bello possano trasmettere alla società futura.

 

Antonio Miniaci