La Cisl Scuola Salerno si mobilita per la manifestazione nazionale di Roma

0

Saranno tantissimi i cislini della scuola della provincia di che domani mattina prenderanno parte alla manifestazione nazionale a Roma per la scuola indetta dall’organizzazione sindacale di Bonanni.

“A causa dei tagli effettuati sul personale docente ed Ata il nuovo anno scolastico è cominciato con grandi difficoltà”, ha affermato il segretario generale della salernitana Giovanni Giudice. “Sono molti i docenti rimasti senza contratto e per questo motivo la scuola sta perdendo di qualità. La manifestazione, a cui prenderò parte personalmente, ha lo scopo di far riflettere su determinati punti basilari per la scuola: revisione dei tagli, rinnovo contrattuale e risolvere il problema della precarietà con un consolidamento effettivo del ”.

“La scuola merita di più”, questo lo slogan della manifestazione a cui parteciperà tutto il sindacato di categoria e i vertici nazionali, regionali e provinciale della confederazione dei lavoratori.

Il segretario Giudice ha spiegato che l’iniziativa intende “far conoscere i veri problemi e le reali esigenze della scuola italiana. Porteremo – ha spiegato il leader sindacale di via Zara – in piazza una classe di insegnanti per sottolineare tutto il disagio della categoria e del personale non docente di fronte ad una politica della scuola inadeguata per il futuro del nostro paese”. “Scendendo in piazza a Roma vogliamo cambiare il piano dei tagli, di cui vanno ridotte le quantità e rivisti i tempi, ottenere le risorse necessarie per un rinnovo contrattuale che valorizzi adeguatamente tutte le professionalità operanti nella scuola; combattere la precarietà attraverso scelte che superino la logica degli interventi straordinari, avviando una politica di effettiva e generalizzata stabilizzazione del ”.

E prenderanno il via da ogni parte provincia domani mattina i bus diretti verso la Capitale. I torpedoni si muoveranno da (alle 5:45 dallo stadio ‘Donato Vestuti’), da alle 4:30 per proseguire a dove si fermerà nei pressi dell’ospedale, da (nei pressi del Bar Garden, alle 6:15), da alle 5:00 e da alle 5:30.

 

Si è concluso il primo Corso di Formazione sindacale di Base per giovani e nuovi delegati

Uno sguardo alla storia per tracciare la strada da seguire per un futuro migliore. Questo l’obiettivo della che ieri ha ufficialmente chiuso il Corso di Formazione Sindacale di Base per nuovi e giovani delegati. L’iniziativa, la prima nel suo genere organizzata in Campania dal sindacato di Bonanni, ha visto anche la partecipazione del segretario regionale della Campania Lina Lucci e il numero uno provinciale Giovanni Giudice a cui sono state affidate le conclusioni. Nella sala congressi dell’Hotel dei Principati di Baronissi erano presenti anche tutte le figure di spicco della salernitana che hanno fornito il loro prezioso contribuito alla giornata formativa cercando di dare risposte ai tanti interrogativi posti dai futuri delegati cislini. “Possiamo ritenerci soddisfatti dei svolti in questi tre giorni”, ha dichiarato segretario provinciale alla Formazione Giannantonio Mastrovito. Questo corso vi sarà utile perché, con le competenze acquisite, avrete la
possibilità di rideterminare i costi per le famiglie e controllare i prezzi delle tariffe. Noi vi abbiamo fornito solo piccoli spunti che vi saranno utili per preparare il vostro bagaglio di conoscenze quando scenderete in campo tra i lavoratori per fare sindacato. Ora tocca a voi”.

La parola è poi passata al segretario provinciale Giudice che ha puntato il dito sul senso di appartenenza alla : “Siamo orgogliosi di essere i primi in Campania ad aver organizzato un corso di formazione. Se ne sentiva la mancanza e siamo contenti di averlo inaugurato a . Fare formazione è quello che ci distingue. Dovete essere orgogliosi di essere cislini, anche se non siete d’accordo con gli altri. Fare parte della significa contrattare, concertare e ragionare. Siamo un’organizzazione che ha fatto dell’ autonomia la propria ragione d’essere, unitamente alla solidarietà che affonda le proprie radici nella dottrina sociale della Chiesa cattolica”.

Infine, è toccato alla leader regionale Lina Lucci chiudere i : “Fa bene anche ai segretari generali prendere parte a questi corsi perché quando vi ascoltiamo cresciamo anche noi. Ringrazio perché ha sempre puntato sulla mia persona e sono contenta che il progetto della Formazione sia partito da qui. Questo momenti sono utili perché vogliamo darvi gli strumenti utili per la vostra crescita sindacale. La differenza dobbiamo farla sui posti di e ai tavoli di concertazione. Non bisogna dare nulla per scontato. Ognuno di voi alla fine di questo corso avrà una grossa responsabilità: trasferire le giuste informazioni ai lavoratori che rappresenterete”.

Questi i nomi dei ragazzi che hanno partecipato al Corso di Formazione Sindacale di Base per nuovi e giovani delegati organizzato dalla : Lucia Adinolfi (Fistel), Gennaro Attanasio (Fit), Denise Caputo (Fit), Grazia Aurilio (Fp), Elena D’Ambrosio (Fp), Sabrina Caliendo (Filca), Marco Martino (Filca), Carmine D’Angelo (Fns), Emilio D’Arco (Fim), Luigi Villani (Fim), Giancarlo De Leo (Alai), Claudia Tondini (Alai), Francesco Forlano (Fisascat), Alessandra Manicatori (Fisascat), Angelo Giordano (Femca), Emilio Mancuso (Femca), Danilo Lamberti (Flp), Giuliano Grieco ( Università), Gianpaolo Noschese ( Università), Damiano Maruotto (Fai), Saverio Saporito (Fai), Mario Morabito ( Scuola), Pasquale Oliva ( Scuola), Renato Picardi ( Scuola); Mario Ruotolo (Fistel).