Allarme sanità in costiera amalfitana a Ravello si costituisce il comitato

0

Ravello, costiera amalfitana Mercoledì 28 ottobre si è svolta presso l’aula consiliare del Comune di Scala l’assemblea per la costituzione di un Comitato cittadino Costa d’Amalfi pro Sanità. All’incontro hanno partecipato oltre 60 persone in rappresentanza dei diversi comuni della Costiera amalfitana. Sedevano al tavolo della presidenza i consiglieri del gruppo d’opposizione del comune di Ravello: Daniele Cioffi, Salvatore Ulisse di Palma, Nicola Fiore, Paolo Vuilleumier ed il consigliere provinciale Matteo Bottone. Il consigliere Paolo Vuilleumier ha coordinato i lavori assembleari, dopo i saluti e i ringraziamenti al sindaco di Scala per la prontezza e la disponibilità con la quale ha accolto la richiesta di utilizzo della sala consiliare. Il consigliere si è quindi soffermato sui seguenti punti: la scelta di un comune diverso dal proprio per rimarcare ancora più il carattere dell’iniziativa  che vuole superare gli stretti confini di un singolo comune, la sottolineatura del carattere apolitico ed apartitico in quanto la Sanità è un bene di tutti, la proposta di non comprendere negli organi rappresentativi del comitato i consiglieri comunali ed i rappresentanti delle istituzioni locali e territoriali. Sono intervenuti poi i medici Salvatore Ulisse di Palma e Franco Lanzieri. Ulisse di Palma ha testimoniato l’importanza dell’ospedale per i cittadini della Costiera dimostrando, con l’ausilio di diapositive e di grafici, l’economia di gestione dell’ospedale in confronto ad altre dispendiose gestioni di strutture ospedaliere nazionali e regionali. Franco Lanzieri ha invece portato a conoscenza delle manovre in atto per depredare la costiera amalfitana di quanto ottenuto con strenue battaglie. In particolare sono state proiettate copie di atti e provvedimenti e materiale fotografico che testimoniano la muratura di locali fino a ieri in servizio dell’ospedale, copia di provvedimenti volti allo spostamento di auto in  servizio del distretto Costa d’Amalfi presso il distretto di Cava e la previsione nell’eventualità del prelievo del paziente a domicilio, dell’accompagnamento del malato da parte dei parenti, la chiusura di un intero piano a servizio del personale ospedaliero. Il consigliere provinciale Matteo Bottone ha poi illustrato le iniziative portate avanti nella sua qualità di consigliere provinciale e di tutti gli atti prodotti per sollecitare un pronto intervento della Regione, non mancando di sottolineare l’arroganza dei dirigenti del Distretto Cava Costa d’Amalfi che non hanno concesso la possibilità di un incontro. Diversi gli interventi del pubblico presente, tutti rivolti a sottolineare l’importanza di una assistenza sanitaria efficiente e di un ospedale che garantisce un servizio d’emergenza anche ai turisti che scelgono come luogo di villeggiatura la Costiera amalfitana. I lavori dell’assemblea si sono conclusi con l’individuazione di un gruppo promotore che avrà il compito di costituire in tempi brevi il Comitato pro Sanità costa d’Amalfi. A presiedere lo stesso è stato nominato il dott. Franco Lanzieri. Con la costituzione del gruppo promotore si conclude l’attività del gruppo consiliare Insieme per Ravello tesa a portare l’attenzione dell’opinione pubblica su un problema di comune e vitale interesse quale quello della Sanità, per tutta la cittadinanza ed a sollecitare un intervento diretto dei cittadini a fianco e a sprono delle amministrazioni ed istituzioni locali. I ringraziamenti e gli auguri sono rivolti al gruppo promotore nominato nell’assemblea del 28 ottobre a cui spetta il non facile compito di costituire il Comitato pro sanità Costa d’Amalfi. Inserito da Valeria Civale

Lascia una risposta