COSTIERA AMALFITANA, ARRESTATO DIPENDENTE ASL: VENDEVA LA PASTA CON LA MACCHINA DI SERVIZIO

0

Se ne vedono di tutti i colori, ma qui bisognerebbe dire di tutti i gusti. Un dipendente che doveva stare all’Asl, dove aveva anche timbrato il cartellino, invece era in giro per vendere la pasta con la macchina di servizio….  Sconcertante quello che è successo oggi, uscito fuori grazie alla bravura dei carabinieri e speriamo che verranno dei chiarimenti dalla struttura dell’Asl, perchè questa notizia è un comunicato ufficiale che lascia sgomenti, c’è da chiedersi come è possibile poi che un dipendente dell’Asl timbri il cartellino e se ne vada in giro a vendere la pasta l’intera giornata senza che nessuno se ne accorga. Antonio Cesarano, gragnanese quarantaseienne, incensurato, è stato tratto in arresto nel pomeriggio di ieri dagli uomini del Comando Stazione Carabinieri di Tramonti (SA), piccolo centro nell’entroterra della costa amalfitana. L’uomo, dipendente dell’ASL “Salerno1”, Distretto 5 “Costa d’Amalfi”, è stato fermato e controllato in località Valico di Chiunzi, proveniente da Corbara (SA): in auto aveva stipato ben 11 pacchi di cartone, tanto voluminosi da lasciargli appena lo spazio sufficiente per guidare. Due particolari non sono sfuggiti ai militari: sulle portiere dell’auto erano riportati i loghi della ASL ed i pacchi trasportati non avevano nulla a che vedere con materiale sanitario, considerato che si trattava di pasta. Accompagnato in caserma, l’uomo ha poi ammesso di essere comproprietario di un pastificio in Gragnano e di stare trasportando la sua merce ad un acquirente di Minori. Gli ulteriori controlli hanno consentito di appurare che, non solo l’utilizzo della vettura era indebito, ma addirittura che in quel momento il Cesarano risultava essere in servizio presso l’ASL, con tanto di cartellino timbrato! Sono perciò scattate le manette e, contestati i reati di truffa aggravata e peculato d’uso, l’arrestato resterà nelle camere di sicurezza del Comando Compagnia di Amalfi in attesa del giudizio direttissimo.