FINALMENTE GIUSTIZIA E´ FATTA! REINTEGRATO NEL POSTO DI LAVORO DANTE DE ANGELIS

0

DANTE DE ANGELIS, il macchinista e delegato per la sicurezza licenziato dalle  FS nell’agosto dello scorso anno per aver denunciato pubblicamente le gravi carenze, sotto il profilo della sicurezza, dei treni ETR, è stato reintegrato nel posto di lavoro.

Si risolve così positivamente una vicenda paradossale, che ha visto punito violentemente con il licenziamento un lavoratore reo di aver solo fatto il proprio dovere, di non aver voltato la testa dall’altra parte dinanzi ad una situazione di grave pericolo per la pubblica incolumità e di aver invece posto all’attenzione del datore di lavoro la situazione stessa, perché vi ponesse rimedio.

Giovanni D’Agata – dichiara – Come Componente del Dipartimento Nazionale Tutela dei Consumatori di ITALIA DEI VALORI mi sono prontamente schierato al fianco di quel lavoratore, ritenendo doverosa una azione a tutela dello stesso, nell’interesse dei consumatori, che pagano profumatamente un servizio, come quello dei trasporti, che molto spesso non è all’altezza dei costi relativi, e nell’interesse ed a tutela di tutti i lavoratori che credono nel loro lavoro e si adoperano per migliorarlo.

Come Componente del Dipartimento Nazionale Tutela dei Consumatori di ITALIA DEI VALORI ho sostenuto con forza la petizione che, nel silenzio dei media e con la sola forza della rete, è stata in grado di raccogliere oltre 1628 firme tra i semplici lavoratori, Rls, segretari sindacali, consiglieri comunali, provinciali e regionali, imprenditori, giornalisti, forze dell’ordine, assessori provinciali, comunali e Regionali, deputati, senatori, Franca Rame e il Premio Nobel Dario Fo, associazioni, ecc.

OGGI GIUSTIZIA E’ STATA FATTA, e non possiamo che esprimere soddisfazione, e al tempo stesso l’auspicio che questa sia l’ultima volta che un lavoratore viene punito per aver fatto il proprio dovere, per aver agito a difesa degli interessi dei consumatori e degli interessi pubblici in generale.

ITALIA DEI VALORI è al fianco dei lavoratori, perché ritiene che il LAVORO sia un valore fondamentale ed irrinunciabile della nostra democrazia, che va difeso con ogni mezzo e contro ogni attacco, e non cesserà mai di battersi perché fatti come questo non abbiamo mai più a verificarsi.