COSTIERA AMALFITANA INCONTRO CON LA SITA. SOLUZIONE PER GLI STUDENTI PENDOLARI

0

E’ arrivato finalmente a soluzione il problema del trasporto alunni all’ora di uscita dagli istituti del comprensorio amalfitano. Le difficoltà sorgevano maggiormente con l’istituto tecnico per il turismo di Amalfi che, con le due sedi di Vettica di Amalfi e di Maiori e con un’utenza che arriva quotidianamente, oltre che da Positano-Pimonte-Tramonti e centri della fascia >ostiera, anche da Vietri-Cava dei Tirreni e Nocera, aveva difficoltà a comporre l’orario definitivo delle lezioni senza l’apporto e l’aiuto degli enti locali e della società di trasporto SITA. Questa società, pur di venire incontro ai desideri della preside del turistico, Maristella Fulgione, ha fatto i reali “salti mortali”, dopo aver avuto assicurazioni dall’assessore ai trasporti della provincia di Napoli, Pentangelo, ed è riuscita ad accontentare tutti con corse aggiuntive (che significa maggiori spese) e slittamenti di orario, anche se già pubblicato. L’unico ostacolo frappostosi sulla strada del buonsenso è dato dal divieto assoluto di manovra nello slargo della grotta dello smeraldo, per i mezzi SITA, imposto dall’attuale locatario dell’area di parcheggio, per cui i pullman, che arrivano da Amalfi a Vettica per il trasporto degli alunni in uscita, sono costretti a raggiungere le porte di Praiano per l’inversione di marcia (altre spese aggiuntive sopportate con la dovuta rassegnazione dalla SITA, i cui funzionari, Cantarella, Zambrano e sindacalisti, hanno veramente dato prova di grande ed immensa collaborazione per la soddisfazione dei giovani). Alla riunione di mercoledì 21, nel salone Morelli del Comune di Amalfi, erano presenti il vicesindaco di Amalfi Giannino Camera, il sindaco di Conca dei Marini nonchè presidente del consiglio d’istituto del turistico Luigi Criscuolo, l’assessore Cuomo del Comune di Agerola, il responsabile dell’albergo Tramonto d’oro in rappresentanza del Comune di Praiano, l’assessore Francesco Mascolo di Positano, i funzionari della SITA, la preside del turistico Fulgione con il vicepreside Achille Romano. Mancavano, come sempre del resto, i rappresentanti dei Comuni di Ravello-Scala-Atrani-Minori-Maiori-Cetara, e gli eternamente impegnati altrove, assessori alle province di Napoli e Salerno Pentangelo e Sica, cui andrebbe ricordato che i giovani, anche se non sembra, se la legano al dito. gaspare apicella