La lirica è giovane: Musica, Arte, Cultura e Tipicità Enogastronomiche ad Ercolano, Napoli

0

“Ritorna Vincitor” XV edizione del Concorso Internazionale di Canto Lirico Città di Ercolano ha avvicinato i giovani alla lirica, inaugurando un nuovo percorso culturale destinato a lasciare un segno nel tempo

 

Sabato 10 ottobre 2009 Enzo Decaro, autore ed attore teatrale, cinematografico e televisivo, insignito del Premio Città di Ercolano, ha sottolineato l’importanza che una manifestazione di  elevato spessore artistico e culturale come Ritorna Vincitor  assume per la città di Ercolano. “Grazie alla capacità di dar vita ad un evento che riunisce tanti bei nomi del mondo artistico – ha dichiarato Decaro –  Ercolano balza agli onori delle cronache per l’impegno culturale piuttosto che per storie di ordinaria criticità. Il coinvolgimento dei giovani, protagonisti del  Concorso Internazionale di Canto Lirico Ritorna Vincitor, è un messaggio importante di positività, di impegno e di fiducia nel prossimo futuro.”   Dal 5 al 10 ottobre, infatti, la storica cornice delle sale di Villa Campolieto, splendido edificio settecentesco, ed il palcoscenico dell’auditorium del M.A.V., il Museo Archeologico Virtuale che rappresenta uno dei fiori all’occhiello della cultura in Campania, si sono alternati nell’ospitare gli spettacoli e i concerti in programma per la XV edizione del concorso che promuove i giovani talenti della lirica internazionale. Eccellenti i nomi dei componenti le Commissioni Giudicatrici, distinte per le singole sezioni e premi del concorso: presenti famosi cantanti lirici, giornalisti e critici musicali, registi, direttori artistici, agenti lirici e giornalisti, presieduti dal soprano Mietta Sighele, direttore artistico del musicaRivafestival di Riva del Garda. Il presidente della Japan Art Society di Tokyo Naohiko Nomura e il direttore d’orchestra Hirofumi Yoshida, anch’essi membri della Giuria, hanno rappresentato il gemellaggio artistico con il Giappone

I giovani allievi dell’ Istituto di Istruzione Superiore Adriano Tilgher hanno composto la Commissione Premio Franz Joseph Haydn, dedicato al compositore nel duecentesimo anniversario della morte, diventando i testimoni dell’interesse giovanile per la musica colta, anche attraverso la partecipazione ad un seminario di approfondimento tenuto da esperti.

In apertura, lunedì 5 ottobre, protagonista sul palco uno straordinario Mariano Rigillo, raffinato e coinvolgente interprete di Caffè Gambrinus, recital di versi del grande Salvatore di Giacomo con l’accompagnamento musicale del maestro Gennaro Cappabianca.

La serata di giovedì ha offerto al pubblico brani di autori di lirica barocca, da Gluck a  Scarlatti, da Pergolesi a Haendel, cui era intitolato il premio Barocco nel duecentocinquantesimo anniversario della scomparsa. Ritorna Vincitor è forse l’unico Concorso Lirico in Italia ad avere una Sezione dedicata alla Lirica Barocca, che esige una particolare preparazione tecnica. Interessanti le voci in gara, in particolate quella del controtenore Filippo Mineccia, che si è aggiudicato il Primo Premio, mentre il secondo è andato al basso polacco Maciej Straburzynski .

Venerdì i 19 finalisti hanno entusiasmato il pubblico che gremiva la sala con l’interpretazione di brani classici della canzone napoletana. La Giuria  ha assegnato i due premi Costiera dei Fiori, intitolati ad Ernesto Tagliaferri a quattro tenori (Vincenzo De Crescenzo e Kang Nae Woo, coreano, Ivan Lualdi e Raffaele Sepe) dimostrando, con la scelta di premiare ex-aequo, di apprezzare l’alta qualità delle esibizioni.

A sottolineare il ruolo della canzone napoletana nella formazione culturale di intere generazioni, non solo in Campania ma anche in tutta Italia e nel mondo, il Maestro Fausto Cigliano ha ricevuto il Premio Città di Ercolano, quale riconoscimento – ha detto il Sindaco Nino Daniele –  ad una delle più belle voci che Napoli abbia mai avuto.

La serata finale ha premiato le voci più significative, che si sono sfidate su arie di Verdi, Puccini, Bizet,Rossini,  (vincitori, nell’ordine, il tenore Raffaele Sepe, il baritorno coreano Heo Jong Hoo, le soprano  Maria Rosaria Lopalco e Gergana Rusekova, bulgara, il baritono Sergio Vitale).

Il Maestro Alberto Veronesi, grande amico e sostenitore del Concorso, al quale dona generosamente il proprio contributo anche a costo di volare da New York a Napoli, ha diretto l’Orchestra Collegium Philarmonicum. 

Un delizioso intermezzo musicale diretto dal Maestro Cappabianca ha entusiasmato il pubblico di qualità presente in sala con musiche di Piazzolla e Morricone; la presenza del sindaco di Trevenzuolo e del prof. Ferrarini, amico e cultore di Ugo Sesini, ha sottoscritto l’impegno per la riscoperta del musicologo che, durante il suo soggiorno a Napoli, tanto impulso diede all’archivio musicale del Conservatorio San Pietro a Majella.

Emozione, entusiasmo, orgoglio di essere protagonisti di un evento importante si leggevano negli applausi calorosi che hanno sottolineato ciascun momento della serata, conclusasi con un Gala Dinner a Villa Signorini, altra meraviglia fra le costruzioni settecentesche del Miglio d’Oro.

Mozzarella di bufala campana,  fiordilatte di Agerola, pomodorini del “piennolo” vesuviani, pasta di Gragnano e vini D.O.C. vesuviani hanno deliziato il palato dei commissari e degli ospiti d’onore, in una sinfonia di sapori che ha degnamente accompagnato le musiche protagoniste della manifestazione, suggellando le emozioni suscitate dalle meraviglie del territorio ercolanese apprezzate in settimana durante il Guest Tour dedicato.

 

Tutte le Info su www.ritornavincitor.eu

Maddalena Venuso – SEMA

Communication Planning Ritorna Vincitor