Il sito di Poste Italiane è stato attaccato dagli Hacker. Un giovane di Ravello avverte la polizia postale

0

Da Ravello in costiera amalfitana è partito l’allarme. Il sito di Poste italiane non è sicuro, a darcene la certezza è stato l’attacco Hacker ricevuto poco fa. Gli autori di questo attacco “benigno” sono stati Mr. Hipo e StutM, obiettivo principale “far capire a Poste Italiane che il sito non è sicuro”. Ad allertare la Polizia Postale è stato Manuele Esposito, giovane ravellese esperto di nuove tecnologie che, collegatosi al sito per effettuare delle operazioni, si è imbattuto in questo spiacevole inconveniente. Al posto della Home Page appariva una pagina nera con la scrittoa Hacked ed un messaggio che avvisava dell motivo dell’attacco:

“Le Poste italiane sono state oscurate! Perchè questo atto di forza? Per dimostrare a milioni di Italiani che i loro dati sensibili non sono al sicuro! Sembra pazzesco eppure tutta la sicurezza garantita nei servizi on-line di e-commerce è solamente apparente. Per vostra fortuna noi siamo persone non malintenzionate, perciò i vostri dati ed i vostri accounts non sono stati toccati. Ma cosa succederebbe se un giorno arrivasse qualcuno con intenzioni ben peggiori delle nostre? Con questo gesto, quindi, invitiamo i responsabili ad occuparsi della grave mancanza di sicurezza nei servizi on-line delle Poste s.p.a. Mr. Hipo and StutM”.

Un evento inatteso che farà riflettere Poste Italiane che per ora non ha rilasciato nessuna dichiarazione sull’imbarazzante attacco svelato in anteprima da un ragazzo di Ravello in costa d’Amalfi.

Andrea Gallucci (Mellogs.it)

Lascia una risposta