SAN VITO POSITANO BATTUTO IN RIMONTA DAL POMPEI CON TRE GOL DI SERVILLO

0

Il Città di Pompei spezza l’incantesimo del gol a danno della squadra della perla della costiera amalfitana: tre gioielli di Servillo consentono ai rossoblu di superare, in splendida rimonta, il San Vito Positano che era passato in vantaggio dopo appena un minuto di gioco. Finisce 3 a 1 per i pompeiani verso i giocatori della costa d’Amalfi che conquistano davanti al pubblico amico i primi tre punti della stagione e ora puntano a scalare posizioni in classifica.

Eppure la gara, come spesso è accaduto in questo campionato, si era messa subito in salita per la squadra di mister Nocera. Passano neanche 90 secondi dal fischio d’inizio e il San Vito Positano è già in vantaggio. Milano batte una punizione insidiosa dalla trequarti, il pallone arriva in area di rigore e il capitano dei giallorossi, Rodolfo Gargiulo, anticipa tutti con un tiro al volo che fulmina l’incolpevole Elefante. I padroni di casa incassano il colpo ma non si perdono d’animo. Al 9′ è già 1 a 1: Servillo, ben imbeccato dalle retrovie da Russo, si incunea in velocità tra due difensori, entra in area e con un gran destro batte Palumbo. Si leva l’urlo liberatorio del “Bellucci” che festeggia così il primo gol della stagione dei rossoblu. La partita dopo i fuochi d’artificio iniziali si assesta poi su ritmi piuttosto lenti, anche se il Positano prova ad impensierire Elefante che ha sostituito l’infortunato Napolitano. All’11’ è Marino che tira al volo dalla distanza dopo un buon controllo di petto, ma il pallone finisce alto. Dopo due minuti è Milano che dopo aver rubato palla a Cirillo tira in porta ma Elefante para a terra senza problemi. Al 14′ si rivede il Pompei con Servillo che, dopo un’azione prolungata sulla sinistra, cerca il primo palo ma la mira è sbagliata. Il Positano risponde con Carrano che salta due avversari sulla fascia sinistra, poi dà a Marino che da fuori area spara alto. Al 20′ è Moriello, servito da Carrano, che con un repentino cambio di passo trova lo spazio per il tiro ma Elefante è bravo a neutralizzare. Sono però i padroni di casa a chiudere in attacco la prima frazione di gioco. Al 30′ il suggerimento di Cardone è ottimo per Servillo che si presenta in area tutto solo, prova a dribblare un avversario, ma scivola al momento di assestare il colpo vincente. Quattro minuti dopo il solito Servillo si procura un calcio d’angolo con un buon tiro dal limite dell’area che Palumbo è costretto a deviare. Sugli sviluppi del corner l’azione più pericolosa dei rossoblu: Cardone dal fondo effettua un cross basso che Russo, dalla parte opposta, prova a ribadire in rete. Ne nasce, invece, un contro cross sul quale Cirillo non ci arriva per un millimetro. Si va negli spogliatoi sull’1-1.

La ripresa inizia su ritmi blandi e le due squadre ci provano più che altro dalla distanza, con tiri che non preoccupano più di tanti i rispettivi numeri 1. Per rivedere un’azione pericolosa bisogna aspettare il 59′, quando Servillo in area si fa anticipare prima del tiro da Gargiulo. Azione in fotocopia del Positano al 61′, quando Immobile, subentrato a Carotenuto, è provvidenziale ad intervenire su Marino lanciato a rete. Il Pompei, però, si scuote e capisce che può fare sua la gara. Al 70′, infatti, i rossoblu mettono la freccia e sorpassano. Sekkoum, superata la linea mediana del campo, con un traversone cambia gioco sulla sinistra per Servillo. Il fantasista non si lascia pregare: stop di petto a seguire e sinistro micidiale in area che si insacca all’incrocio dei pali alla sinistra di Palumbo. La reazione del Positano è affidata a due tiri dalla distanza: al 79′ con Milano su punizione e all’80’ con Moriello. In entrambi i casi Elefante si fa trovare pronto. Il Pompei, però, gioca sulle ali dell’entusiasmo e fa tris. L’imprendibile Servillo, su azione di contropiede, vede l’accorrente Conte sulla destra che arriva sul fondo e ricambia il servizio con un preciso cross che Servillo, di testa, non deve far altro che spingere nella porta giallorossa. La partita si chiude al minuto 88: il terzo gol dei pompeiani fa sfumare le residue speranze del Positano. I rossoblu vincono 3 a 1 in rimonta e conquistano i primi tre punti tra l’entusiasmo del Bellucci.

Soddisfatto della vittoria il presidente Mario Donnarumma. “Adesso inizia la nostra risalita” dice il patron rossoblu che aggiunge: «la squadra oggi ha mostrato carattere, vincendo in rimonta e ribaltando un risultato sfavorevole. La gara odierna ha mostrato quanto avevamo già evidenziato e cioè che la squadra è competitiva ma i singoli episodi e il ritardo di preparazione non ci avevano consentito di esprimerci al meglio».

Anche il protagonista della gara, Felice Servillo, è entusiasta della prestazione. «Al di là dei miei tre gol – dice l’esterno sinistro – questa è la vittoria di tutta la squadra, di tutto il gruppo. Voglio dedicare i gol ai miei compagni di squadra e soprattutto al presidente Donnarumma, al quale avevo promesso di segnare per regalare la vittoria al Pompei».

 

l tabellino dell’incontro:

Città di Pompei: Elefante, Loreto (60′ Massa), Di Capua, Sekkoum, De Felice, Russo, Carotenuto (52′ Immobile), Scala, Cirillo, Cardone (72′ Conte), Servillo. A disposizione: Caldarelli, De Iulio, Calderino, Russo. Allenatore: Nocera.

San Vito Positano: Palumbo, D’Alessio (84′ Maresca), Milano, Ventre, Gargiulo V., Gargiulo R., Mauriello (65′  Esposito), Moriello (81′ De Luca), Carrano, Fiodo, Marino. A disposizione: Ferraiuolo, Mandara, Pica, Falanga. Allenatore: Cuomo

Reti: 1′ Gargiulo (S); 9′, 70′ e 88′ Servillo (P).

Angoli: 3-2

Ammoniti: Di Capua, Sekkoum, De Felice, Carotenuto e Immobile (P); Gargiulo V., Mauriello e Moriello (S).

Recuperi: 1′ e 3′.

Arbitro: Farisco di Ariano Irpino; assistenti Carmelo e Pasqualicchio di Ariano Irpino.

Note: spettatori 300 ca.

Lascia una risposta