SALERNO CONTROLLORE DELLA SITA PICCHIATO DA VIAGGIATORE SENZA BIGLIETTO

0

 

Controllore della Sita picchiato selvaggiamente: è caccia all’aggressore. Si sta cercando di dare un nome ed un volto al giovane che, ieri mattina, si è reso protagonista di una bravata che potrebbe costargli molto cara: la selvaggia aggressione ai danni di un dipendente della Sita. L’episodio è avvenuto in via Salvatore Allende a Baronissi, a poche centinaia di metri di distanza dalla fermata universitaria. L’autobus stava appunto raggiungendo il polo distaccato del campus a Baronissi. A bordo vi era il controllore che ha cominciato il suo regolare giro di vidimazione dei ticket di viaggio. Insieme alle tante persone presenti sul bus a quell’ora c’era anche un giovane, si presume probabilmente studente dell’università, sprovvisto di biglietto. Ne è nata immediatamente un’accesa discussione in quanto il controllore intendeva contravvenzionare il ragazzo e, per questo, gli ha chiesto a più riprese di esibire i documenti d’identità. Al diniego del giovane ad indicare le proprie generalità, la situazione è divenuta ancora più incandescente fino a sfociare in una vera e propria aggressione. Il ragazzo, per evitare la multa, una volta giunti alla fermata, ha pensato bene di malmenare il dipendente della Sita colpendolo ripetutamente con calci e pugni. Una violenza inaudita quanto ingiustificata che il controllore si è trovato costretto a subire senza scampo. Solo una volta sfogata la propria ira il ragazzo si è allontanato in tutta fretta facendo perdere le proprie tracce. Nel frattempo, lo sfortunato dipendente della Sita, si è rivolto alle cure dei sanitari del pronto soccorso dell’ospedale di Mercato San Severino. I medici del “Gaetano Fucito” , dopo aver effettuato tutti gli accertamenti del caso, gli hanno riscontrato lesioni guaribili in 30 giorni. Intanto, sul luogo dell’aggressione, si sono immediatamente recati i carabinieri della Compagnia di Mercato San Severino, agli ordini del tenente Rosario Basile, insieme ai colleghi della stazione di Baronissi. Sono ora in corso una serie d’indagini, basate soprattutto sulle testimonianze della vittima dell’aggressione e delle persone presenti in quel momento, per giungere all’identificazione del ragazzo. Le indagini si concentrano tra i frequentatori del campus universitario, ma non solo, e non è escluso che già nelle prossime ore gli uomini dell’Arma possano stringere le manette ai polsi dell’autore del pestaggio.